>External linkFacebookFacebook MessengerFull ScreenGoogle+InstagramLinkedInNewsCercamostra di piùMenuTwitterUtenteWhatsAppClose
  • Accedi
News

Ambulanza della morte: aperta l'inchiesta

La Procura di Catania ha aperto un’inchiesta per omicidio in seguito alla denuncia da parte di un uomo incontrato dalla nostra Iena Roberta Rei qualche tempo fa in merito alla pratica utilizzata da un barelliere per accelerare la morte dei pazienti trasportati in ambulanza dall’ospedale di Biancavilla (Catania) alle loro case. Vi abbiamo raccontato la terribile testimonianza di quest’uomo in un servizio di Roberta Rei. Dai racconti era emerso che, attraverso l’iniezione di aria nelle vene di pazienti terminali, dimessi dall’ospedale perché in fin di vita, se ne sarebbe causata prematuramente la morte. L’obiettivo di tutto questo sarebbe stato il guadagno. Infatti, arrivando alla casa dove veniva trasportato il paziente, i parenti avrebbero appreso la notizia della morte del malato durante il tragitto e a questo punto il barelliere avrebbe potuto consigliare alcune agenzie funebri, ottenendo in cambio da queste una somma di denaro. Guardate qui sotto il servizio di Roberta Rei, in cui un uomo stanco di assistere a tali atrocità ci racconta la terribile storia.

Qualche giorno dopo vi abbiamo raccontato un'altra testimonianza, che avvalorava la prima. Roberta Rei ha poi contattato uno dei due testimoni e lo ha accompagnato in Procura a sporgere denuncia. Guarda cosa ha dichiarato alla nostra Iena, mentre si recano in Procura.

Via libera del Senato con 180 sì, 71 no e 6 astenuti. Presenti fuori dal Parlamento i sostenitori del Biotestamento, tra cui Marco Cappato, membro dell’Associazione Luca Coscioni

Caso David Rossi

La polizia scientifica, con i vigili del fuoco, ha fatto nuove ispezioni nel vicolo Monte Pio a Siena, dove il 6 marzo 2013 è morto l’allora capo dell’area Comunicazione della banca Monte dei Paschi di Siena

Le tappe della nostra inchiesta

Legittima difesa

Questo sito utilizza cookie tecnici, di profilazione e di marketing, anche di terze parti, per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Per saperne di più o negare il consento a tutti o alcuni cookie CLICCA QUI.
Continuando la navigazione acconsenti all'utilizzo dei cookie.