>External linkFacebookFacebook MessengerFull ScreenGoogle+InstagramLinkedInNewsCercamostra di piùMenuTwitterUtenteWhatsAppClose
  • Accedi
News

Preso il truffatore "pentito"

Gianluca Cupri, truffatore seriale, si era rivolto alla nostra trasmissione nel 2015 per chiedere aiuto

I carabinieri di Collegno (Torino) hanno notificato un’ordinanza di custodia cautelare in carcere per truffa aggravata e continuata a Gianluca Cupri. Il quarantenne è infatti ritenuto responsabile di molte truffe avvenute attraverso la vendita online di merce che poi non avrebbe mai consegnato.

Gianluca, nel 2015, si era rivolto alla nostra trasmissione chiedendo aiuto per smettere di truffare. Infatti, Cupri descriveva la truffa come una sorta di droga, un meccanismo facile per fare soldi, da cui non riusciva più ad uscire. Gianluca stesso aveva portato alla nostra Iena Andrea Agresti numerose denunce che gli erano arrivate proprio da parte di compratori truffati. “Ho iniziato per gioco e il giorno dopo avevo più di 100 euro in mano”, ci aveva raccontato. E nonostante tutte le denunce e le minacce che quotidianamente Gianluca riceveva, non riusciva a smettere di truffare le persone.
La nostra Iena, vendendolo pentito, aveva cercato di aiutarlo, parlando con i suoi genitori e accompagnandolo ad autodenunciarsi. Ma il nostro intervento non è bastato. Dieci giorni dopo l’incontro con Andrea Agresti, infatti, Gianluca ha ricominciato con le truffe, fino a che non è stato fermato dai Carabinieri.

Via libera del Senato con 180 sì, 71 no e 6 astenuti. Presenti fuori dal Parlamento i sostenitori del Biotestamento, tra cui Marco Cappato, membro dell’Associazione Luca Coscioni

Caso David Rossi

La polizia scientifica, con i vigili del fuoco, ha fatto nuove ispezioni nel vicolo Monte Pio a Siena, dove il 6 marzo 2013 è morto l’allora capo dell’area Comunicazione della banca Monte dei Paschi di Siena

Le tappe della nostra inchiesta

Legittima difesa

Questo sito utilizza cookie tecnici, di profilazione e di marketing, anche di terze parti, per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Per saperne di più o negare il consento a tutti o alcuni cookie CLICCA QUI.
Continuando la navigazione acconsenti all'utilizzo dei cookie.