>External linkFacebookFacebook MessengerFull ScreenGoogle+InstagramLinkedInNewsmostra di piùTwitterWhatsAppClose
×

Mediaset, da sempre attenta alla protezione dei dati del suo pubblico, si adegua al nuovo regolamento europeo in materia di protezione dei dati personali, il GDPR - Regolamento Generale sulla Protezione dei Dati, in vigore dal 25 Maggio 2018.
Leggi la nuova informativa privacy Mediaset

News |

Chat e siti di appuntamenti: “Troppo per me? Ci provo proprio per questo”

Uno studio sociologico Usa racconta comportamenti e strategie vincenti o meno nel dating online. Dove comunque bisogna sempre stare attenti: noi, con Veronica Ruggeri, per esempio, abbiamo incontrato una donna che si era fidanzata su Internet con 10 ragazze "per un gioco mentale”

Non ci sono possibili partner fuori dalla nostra portata, almeno su Internet, o almeno questo è quello che pensano molti cuori solitari e corteggiatori seriali. È quello che sostiene un serissimo studio sociologico pubblicato sulla rivista Science Advances che ha analizzato, misurando i vari “algoritmi di desiderabilità”, i messaggi su un sito di incontri di 94 mila uomini e 92 mila donne (clicca sul link per lo studio completo). Nel 25% dei casi si flirta con persone considerate più desiderabili di noi, e spesso proprio come una sfida cosciente con se stessi.

Lo studio evidenzia che ognuno ha un’idea abbastanza realistica della propria “desiderabilità”. E invita pure a non scoraggiarsi: il 21% di chi aspira a un partner apparentemente più desiderabile riesce alla fine a iniziare la chat. Questione di strategie, anche: insistere paga, essere prolissi no. Un po' a sorpresa i maschi non devono esagerare con i complimenti, anzi, le donne possono invece farlo, proprio perché rovescia qualche stereotipo.

Salvo imbattersi poi con “geni del male” della strategia. Nel servizio di Veronica Ruggeri del 18 aprile scorso abbiamo raccontato, per esempio, di una donna che, rubando il profilo di un uomo, si era fidanzata con 10 ragazze via Internet (con progetti di matrimonio e di figli compresi). Storia assurda? Tutto vero, la nostra Iena è andata a indagare scoprendo la vera identità della donna, Angelica.

Qui sotto vi riproponiamo l’intrigo degno di una spy story svelata dalla nostra Iena, grazie a Giuliano, l’uomo il cui volto era stato rubato con il nome di Jolen Branko. Veronica Ruggeri alla fine è riuscita a incontrare e a far “confessare” Angelica, una donna sposata che non prova attrazione per le donne ma che voleva sentire anche l’affetto femminile per "un gioco stupido", “una questione mentale”. Almeno questo è quello che ci ha raccontato.

Vi sembra una storia complicata? Lo è molto di più: guardate o riguardate il servizio.


 

L'ultima puntata

Questo sito utilizza cookie tecnici, di profilazione e di marketing, anche di terze parti, per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Per saperne di più o negare il consento a tutti o alcuni cookie CLICCA QUI.
Continuando la navigazione acconsenti all'utilizzo dei cookie.