>External linkFacebookFacebook MessengerFull ScreenGoogle+InstagramLinkedInNewsCercamostra di piùMenuTwitterUtenteWhatsAppClose
News

Pedofilia, il Vaticano archivia un caso. Guarda le nostre inchieste

Accuse pesantissime, "nessun elemento". Con la nostra Iena Gaetano Pecoraro abbiamo indagato su molti casi

Il Vaticano archivia un caso di pedofilia.

Alla vittima resta la giustizia civile Il sacerdote sarebbe ora in una casa di cura, ma dopo la denuncia ha continuato a insegnare a scuola.

Per il Vaticano «non si ravvisano elementi tali da giustificare l’apertura di un procedimento canonico» nei confronti di un sacerdote sul quale pesano accuse pesantissime di pedofilia. Si chiude così il procedimento avviato nel 2014 dalla Segreteria di Stato alla Congregazione della Fede su un vecchio caso di presunti abusi a carico di un parroco di Ponticelli, Don Silverio Mura, avviato da una sua presunta vittima. L'accusa: Diego (nome di fantasia) all'epoca aveva 13 anni, veniva invitato a raggiungerlo a casa dal prete, che ogni volta faceva le stesse cose, ovvero abbassava le persiane, metteva una poltrona davanti alla porta e poi lo faceva accovacciare per avere rapporti sessuali. Violenze che sarebbero andate avanti per quattro anni, e che secondo Diego coinvolgerebbero altri ragazzini, invitati come lui ad andare a casa di Don Silverio.

Papa Francesco ha usato parole molto dure contro la piaga della pedofilia nella Chiesa. Su un volo papale di qualche giorno fa di ritorno dal Sud America, dopo che aveva chiesto di valutare "prove" sul caso del vescovo cileno Juan Barros, è intervenuto per chiedere scusa alle vittime dopo : «La parola "prova" ha ferito i tanti abusati, chiedo scusa a loro se li ho feriti senza accorgermene. Ma è una ferita senza volerlo, perché io li ricevo, e so quanto soffrono. Sentire il Papa che dice loro in faccia "portatemi una lettera con la prova" è uno schiaffo».

Eppure a Diego, la vittima di Ponticelli, è stata persino chiesta la perizia psichiatrica, perché la Curia ha messo in dubbio la sua sincerità e il suo equilibrio mentale. E dopo la sua denuncia, mentre la Chiesa assicurava che avrebbe avviato le indagini, il parroco sotto accusa è stato mandato a insegnare religione in un istituto alberghiero. Solo successivamente Diego ha scoperto che Don Silverio Mura è stato allontanato, «rinchiuso in un convento, in una casa di cura per questi casi qua», gli ha detto Padre Luigi Ortagli, delegato del Vaticano alle indagini sul suo caso. A Diego non resta ora che affidarsi alla giustizia civile, nella causa avviata per risarcimento presso il Tribunale di Napoli.

Le Iene da anni portavano avanti inchieste sui preti pedofili. L'ultima in ordine di tempo è quella di Gaetano Pecoraro sui presunti abusi sui chierichetti in Vaticano, che ha fatto il giro del mondo ed è stata ripresa anche dal New York Times e dal Washington Post.

Guarda le inchieste della Iena Gaetano Pecoraro sugli abusi in Vaticano, partendo dall’ultima andata in onda.

Le tappe dell'inchiesta

videoappello

Taranto

Chiesa

l'intervista

Firenze

L'intervista

Il caso

L'intervista

Il caso

Il caso

Bitcoin

M5S

Conte

Anticipazione

Le nostre Iene Corti e Onnis stanno cercando di fargli siglare la pace con il “nemico” Mourinho

In Tribunale

I servizi su Paola Catanzaro

La storia

L'Intervista

Nadia Toffa

Dopo l'annuncio di Nadia Toffa

In aula

Violenza su animali

Palermo

Firenze

Esclusiva web

“La tramvia sarà pronta entro il 14 febbraio 2018, scommetto una cena con i fiorentini”. Il sindaco di Firenze ci ha mandato due foto sul filo di lana

Roma

Violenza sulle donne

I nostri servizi

L'intervista

napoli

I nostri servizi sulle baby gang a Napoli

L'intervista

L'intervista

L'intervista

La storia

Esclusiva web

Mario Bartoli voleva risentire, vent’anni dopo, “quel magico battito” nel petto di chi ha ricevuto la donazione dopo la morte del suo Christian, a 17 anni. L’abbiamo seguito e aiutato, oggi ci ha chiamato

Donazione organi

Verso il processo

Dopo il nostro servizio

Dopo il servizio della nostra Iena Nina Palmieri, dagli atti emerge un particolare inquietante. Una sfida, in clinica, davanti all'uomo che, dopo il pestaggio, da un anno e mezzo è in stato vegetativo

Le inchieste

Le tappe dell'inchiesta

L'intervista

La querela

Diario di bordo

Questo sito utilizza cookie tecnici, di profilazione e di marketing, anche di terze parti, per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Per saperne di più o negare il consento a tutti o alcuni cookie CLICCA QUI.
Continuando la navigazione acconsenti all'utilizzo dei cookie.