>External linkFacebookFacebook MessengerFull ScreenGoogle+InstagramLinkedInNewsmostra di piùTwitterWhatsAppClose
News |

Il giudice gli toglie la figlia, il papà su Facebook: “Per lei mi farei 30 anni” | VIDEO

Si chiama Francesco Negri, il giudice gli ha tolto la figlia e lui su Facebook ha postato un video in cui dice che si farebbe 30 anni di galera. Per la madre della bimba questa frase suona come una minaccia. Nina Palmieri ha raccontato la loro storia parlando entrambi

È diventato virale il video di Francesco Negri, un padre che critica pesantemente la decisione del giudice di vedere la figlia solo durante incontri protetti e in presenza di assistenti sociali. Per lui è un’ingiustizia e fin qui non ci sarebbe nulla di male, se non fosse per una frase che ha aggiunto: “Trent’anni di carcere per lei me li farei”. Un messaggio rivolto non si sa bene a chi o a cosa che si trasformerebbe in un’inquietante minaccia. Anche perché lui è sotto processo per maltrattamenti e stalking. “Ha detto che questa storia lui l’ha iniziata e lui la finisce”, dice Giovanna la ex moglie che alle spalle ha un altro matrimonio da cui era nata una bambina, Martina.

Si era presentato come un principe azzurro pensavo di aver trovato l’uomo perfetto”, racconta ricordando i primi momenti con Francesco. Ma nei primi cinque anni di fidanzamento, l'uomo manifesterebbe qualche difetto come ci racconta lei: “Si era fatto fare i turni opposti ai miei, in modo da potermi controllare. E facevo altrettanto con il mio telefono di cui aveva la password. Il mio mondo era diventato lui”, sostiene l’ex moglie. Nel 2014, Giovanna rimane incinta. “Lui diceva così sarai mia per sempre”. In questo periodo comprano casa e a detta sua, lui inizierebbe a dare il peggio di sé. “Si è presentato con una mazza da baseball ha detto che l’avrebbe usata contro il mio ex marito e me se io l’avessi invitato lì”, sostiene Giovanna che racconta un altro aspetto di questa relazione: “Buttava le cose per terra e mi diceva di raccoglierle così avrei capito quale era il mio ruolo”.

Situazioni quotidiane che la bambina più grande ha iniziato a disegnare. “Mi ero convinta di non avere alcuna qualità. Non avevo neanche la forza di lasciarlo”. Durante una lite, Martina avrebbe visto la mamma piangere, lui avrebbe perso la pazienza e la situazione sarebbe degenerata. “A un certo punto ha urlato: vi ammazzo a tutte e due. E speravo che iniziasse da me perché non volevo vedere”.

Dopo queste parole Francesco esce di casa, la bambina viene portata via dalla nonna e Giovanna dice che giorni dopo Martina ha disegnato il papà con il coltello in mano. “Nessuno mi avrebbe mai creduto, io ero una separata”, dice Giovanna. Lui avrebbe alternato lucidità a momenti in cui sembrava voler tornare sui suoi passi. Giovanna inizia a sperarci: “Ma lui diventa sempre più violento, capisco che era arrivato il momento di andarmene”. Così lei si trasferisce dalla madre. “Da quel momento non ho più pace”. In base al racconto di Giovanna, Francesco avrebbe iniziato a prendersela anche con la famiglia di lei e il suo ex marito. “Mi propone un accordo per stare calmo: vedere la bambina senza la mia presenza”, sostiene Giovanna. Ma la bimba è piccola e lui non ha familiarità con pappe e pannolini. Così Giovanna gli propone di portarla dalla nonna paterna ma questo avrebbe inasprito ancora di più i rapporti. Arrivano in Tribunale e il giudice chiede la consulenza di una psicologa: Francesco non vedrà la figlia per un anno. “Inizia a postare sui social immagini minatorie”, sostiene Giovanna. Arriva il giudizio della psicologa che non è buono. Il giudice affida la figlia alla mamma, il papà potrà vederla solo due volte a settimana in presenza di assistenti sociali.

A questo punto sarebbero ricominciare nuove minacce e una nuova accusa dal Tribunale. “Un giorno si è presentato incappucciato fuori da scuola di Martina. Mi urlava puttana”, sostiene Giovanna. A questo punto iniziano i video di Francesco su Facebook contro i giudici, gli avvocati e Giovanna. Fino a qualche settimana fa, posta un filmato in cui indossa una maglietta con la scritta: “Non posso uscire con il mio papà, lo ha detto il giudice”. E indicandola aggiunge: “Io per lei mi faccio 30 anni”. La vita di Giovanna è cambiata radicalmente. “Mi ha detto che mi avrebbe distrutta. E poco alla volta c’è riuscito”.

Nina Palmieri si mette sulle tracce di Francesco. “Quella non era una minaccia nei confronti della mia ex. Volevo intendere che ero pronto a mettermi contro al sistema. Io voglio solo fare il papà”.

L'ultima puntata

Appuntamenti in TV

martedì e domenica ore 21.15, Italia 1

I SERVIZI DELL'ULTIMA PUNTATA

Questo sito utilizza cookie tecnici, di profilazione e di marketing, anche di terze parti, per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Per saperne di più o negare il consento a tutti o alcuni cookie CLICCA QUI.
Continuando la navigazione acconsenti all'utilizzo dei cookie.