>External linkFacebookFacebook MessengerFull ScreenGoogle+InstagramLinkedInNewsmostra di piùTwitterWhatsAppClose
News |

Locanda dei Girasoli: un pulmino per i ragazzi con la sindrome di Down. Ecco come aiutarli!

In tantissimi vi siete affezionati ai ragazzi di questo ristorante inclusivo di Roma. E dopo la brutta notizia del furto subito dalla Locanda, ci avete chiesto come aiutarli. Ora potete farlo: i ragazzi hanno bisogno di un pulmino per le trasferte. Ecco come potete contribuire con una piccola donazione

I ragazzi affetti da sindrome di Down della Locanda dei Girasoli hanno un sogno e chi vuole può contribuire a realizzarlo. Dopo il servizio di Giulio Golia su questo ristorante inclusivo di Roma, dove lavorano dieci ragazzi con la sindrome di Down, in tantissimi vi siete affezionati a questo staff affettuoso e simpatico. Come vi abbiamo raccontato, pochi giorni fa la Locanda dei Girasoli ha subito un furto, in un periodo già difficile per il ristorante, a rischio chiusura. 

In tanti ci avete scritto offrendovi di aiutare questi ragazzi e ora chi vuole può farlo! Lo staff della Locanda ha infatti bisogno di un van per spostarsi e portare i ragazzi agli eventi e poter fornire un servizio di catering. Per realizzare questo sogno la Locanda dei Girasoli ha aperto una racconta fondi sulla piattaforma Gofundme. “Vorremmo acquistare due mezzi di trasporto. Abbiamo un Doblò che oltre a essere datato ha continuamente bisogno di riparazioni molto costose. Avremmo bisogno di un Minivan per il trasporto degli alimenti e di un van da 7/8 posti per lo spostamento durante le nostre trasferte e gli eventi”.

Chi vuole può dare una mano a questi ragazzi cliccando qui e facendo una donazione (trovate tutti i dettagli a questo link).

Giulio Golia ha conosciuto di persona lo staff della Locanda dei Girasoli. L’impegno e il lavoro rende questi ragazzi affetti da sindrome di Down e autismo più socievoli, orgogliosi e aperti. “Negli altri ristoranti si può adeguare il numero del personale in base alla giornata”, spiega Ugo Minghini, il direttore, nel servizio di Giulio Golia. “Qui invece i nostri ragazzi sono assunti e per noi i costi sono sempre da tutto esaurito”.

Allora genitori e operatori hanno pensato di cambiare sede da via dei Sulpici, al Quadraro, per andare in un posto più centrale. Per chiedere l’aiuto delle istituzioni hanno lanciato una petizione che ha ottenuto oltre 170mila firme. “Possiamo andare avanti ancora qualche mese, ma se non troviamo una sede più centrale per poter aprire anche a mezzogiorno rischiamo la chiusura”, aggiunge Genni. “Ringraziamo i nostri clienti che ogni sera ci riempiono il locale”.

Guarda qui sotto il servizio di Giulio Golia sui ragazzi della Locanda dei Girasoli. 

Una nostra fonte interna alla Corte costituzionale ci ha riferito che il presidente della Repubblica avrebbe telefonato al presidente della Corte Costituzionale, chiamata a pronunciarsi il 24 settembre sul suicidio assistito. Abbiamo cercato fin dalla mattina di avere la versione del Quirinale, che ha smentito solo nel tardo pomeriggio. E solo una volta uscito l’articolo. Mentre la nostra fonte conferma tutto  

Questo sito utilizza cookie tecnici, di profilazione e di marketing, anche di terze parti, per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Per saperne di più o negare il consento a tutti o alcuni cookie CLICCA QUI.
Continuando la navigazione acconsenti all'utilizzo dei cookie.