>External linkFacebookFacebook MessengerFull ScreenGoogle+InstagramLinkedInNewsmostra di piùTwitterWhatsAppClose
News |

Coronavirus, la sindaca di Bareggio: “Tirate secchiata d'acqua a chi esce” | VIDEO

“Sono molto inca***ta”, dice la prima cittadina di Bareggio Linda Colombo, dopo il via libera del governo all’uscita di un genitore per portare fuori il figlio minore: “E’ una schifezza”. E poi l’incredibile appello ai suoi cittadini

“Se vedete qualche vostro vicino, insultatelo, tirategli un secchio d’acqua, fate qualcosa”. L’incredibile appello alla cittadinanza a reagire in questi termini a chi viola le restrizioni del governo arriva direttamente da Bareggio, un comune di 17mila abitanti in provincia di Milano. Ma non da un cittadino qualunque, no: dalla sindaca Linda Colombo.

La prima cittadina, in una diretta Facebook con toni discutibili da parte di una rappresentante delle istituzioni, attacca frontalmente il ministero dell’Interno: “E’ una schifezza, un foglio di carta che finirà nella spazzatura”, dice riferendosi alla decisione del ministero di far uscire un genitore di casa per portare fuori i figli piccoli. “Ma che c***o è? Io non permetto a nessuno a Bareggio di uscire di casa a costo di sigillarvi”, sostiene la sindaca.

E, dopo una lunga invettiva contro chi esce di casa, ecco l’incredibile appello: “Se vedete qualche vostro vicino (per strada, ndr), insultatelo, tirategli un secchio d’acqua, fate qualcosa. Ma chissene frega, tanto in questo momento di follia la follia è quasi concessa”. Parole incredibili, tanto più in giorni in cui la tensione sociale nel Paese inizia pericolosamente a salire. Dieci giorni fa a Salerno una farmacista che tornava da lavoro è stata proprio insultata e poi colpita da una secchiata d’acqua

Per carità, rispettare le prescrizioni del governo è fondamentale per superare l’emergenza e tornare a fare una vita normale il più velocemente possibile. Ma appellarsi alla rabbia delle folle invitando a gesti concreti fai da te proprio no. “Stiamo cadendo nel ridicolo”, aggiunge ancora la prima cittadina. E noi siamo d’accordo sindaca. 

Facciamo così, anziché tirare secchiate d’acqua facciamo tutti qualcosa di utile per lottare contro la pandemia: doniamo a chi ogni giorno lotta per salvare le vite dei malati. Noi de Le Iene sosteniamo la raccolta fondi di Cesvi a favore dell’ospedale Papa Giovanni XXIII di Bergamo, uno dei più colpiti dal coronavirus. Scoprite qui come donare per aiutare i medici a lottare contro la pandemia.

Ultime News

Vedi tutte
Loading