>External linkFacebookFacebook MessengerFull ScreenGoogle+InstagramLinkedInNewsmostra di piùTwitterWhatsAppClose
News |

Coronavirus, la sindaca di Bareggio: “Tirate secchiata d'acqua a chi esce” | VIDEO

“Sono molto inca***ta”, dice la prima cittadina di Bareggio Linda Colombo, dopo il via libera del governo all’uscita di un genitore per portare fuori il figlio minore: “E’ una schifezza”. E poi l’incredibile appello ai suoi cittadini

“Se vedete qualche vostro vicino, insultatelo, tirategli un secchio d’acqua, fate qualcosa”. L’incredibile appello alla cittadinanza a reagire in questi termini a chi viola le restrizioni del governo arriva direttamente da Bareggio, un comune di 17mila abitanti in provincia di Milano. Ma non da un cittadino qualunque, no: dalla sindaca Linda Colombo.

La prima cittadina, in una diretta Facebook con toni discutibili da parte di una rappresentante delle istituzioni, attacca frontalmente il ministero dell’Interno: “E’ una schifezza, un foglio di carta che finirà nella spazzatura”, dice riferendosi alla decisione del ministero di far uscire un genitore di casa per portare fuori i figli piccoli. “Ma che c***o è? Io non permetto a nessuno a Bareggio di uscire di casa a costo di sigillarvi”, sostiene la sindaca.

E, dopo una lunga invettiva contro chi esce di casa, ecco l’incredibile appello: “Se vedete qualche vostro vicino (per strada, ndr), insultatelo, tirategli un secchio d’acqua, fate qualcosa. Ma chissene frega, tanto in questo momento di follia la follia è quasi concessa”. Parole incredibili, tanto più in giorni in cui la tensione sociale nel Paese inizia pericolosamente a salire. Dieci giorni fa a Salerno una farmacista che tornava da lavoro è stata proprio insultata e poi colpita da una secchiata d’acqua

Per carità, rispettare le prescrizioni del governo è fondamentale per superare l’emergenza e tornare a fare una vita normale il più velocemente possibile. Ma appellarsi alla rabbia delle folle invitando a gesti concreti fai da te proprio no. “Stiamo cadendo nel ridicolo”, aggiunge ancora la prima cittadina. E noi siamo d’accordo sindaca. 

Facciamo così, anziché tirare secchiate d’acqua facciamo tutti qualcosa di utile per lottare contro la pandemia: doniamo a chi ogni giorno lotta per salvare le vite dei malati. Noi de Le Iene sosteniamo la raccolta fondi di Cesvi a favore dell’ospedale Papa Giovanni XXIII di Bergamo, uno dei più colpiti dal coronavirus. Scoprite qui come donare per aiutare i medici a lottare contro la pandemia.

anticipazione

Presa a pugni perché suonava il flauto: dietro a questo video si nascondono purtroppo altre migliaia di casi di violenza sulle donne, che sono triplicati nel mondo durante la convivenza forzata da quarantena. Ce ne parla Veronica Ruggeri, che ha sentito anche la ministra per le Pari Opportunità Elena Bonetti, martedì 26 maggio a Le Iene dalle 21.10 su Italia1

Questo sito utilizza cookie tecnici, di profilazione e di marketing, anche di terze parti, per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Per saperne di più o negare il consento a tutti o alcuni cookie CLICCA QUI.
Continuando la navigazione acconsenti all'utilizzo dei cookie.