>External linkFacebookFacebook MessengerFull ScreenGoogle+InstagramLinkedInNewsmostra di piùTwitterWhatsAppClose
Play
L'incredibile storia di malasanità di Roberto, reso zoppo da un medico a cui era stato diagnostico il morbo di Parkinson e che nessuno ha fermato.

Roberto deve operarsi all’alluce del piede sinistro, per rimuovere un piccolo sperone di 1-2 millimetri dall’osso. Un’operazione “semplicissima, quasi ambulatoriale”, come gli viene detto. Ma esce dalla sala operatoria invalido a vita, zoppo e senza neanche poter avere una protesi da indossare.

Cosa è successo? A operarlo è un chirurgo che, a quanto pare, ha il morbo di Parkinson, una malattia assolutamente incompatibile con il suo lavoro, di cui a quanto pare tutti sapevano, e che era stata diagnosticata almeno 7 anni prima.

Veronica Ruggeri va a cercare conferme nell’ospedale dove l’uomo è stato operato e in cui quel chirurgo non lavora più. Trova un collega che le dice: “Ha una malattia neurologica e da lì non riesci ad uscirne”. E’ lui che ha diagnosticato al chirurgo la malattia: “Ha creato dei danni, è una testa di cazzo detto tra me e lei perché con quella malattia lì non si può operare”. Riusciamo a trovare quel chirurgo ma lui, prima di chiamare la polizia, nega tutto: “Sono sano come un pesce, sta dicendo delle stupidaggini che non stanno né in cielo né in terra”.  

Altri servizi di questa puntata

video più visti

vedi tutti

Ultime puntate

Archivio Puntate
2019
2019
  • 2019
  • 2018
  • 2017
  • 2016
  • 2015
  • 2014
  • 2013
  • 2012
  • 2011
  • 2010
  • 2009
  • 2008
  • 2007
  • 2006
  • 2005
  • 2004
  • 2003
  • 2002
  • 2001
  • 2000
  • 1999
  • 1998
  • 1997
Mar
Mar
dom 10
dom 10

Questo sito utilizza cookie tecnici, di profilazione e di marketing, anche di terze parti, per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Per saperne di più o negare il consento a tutti o alcuni cookie CLICCA QUI.
Continuando la navigazione acconsenti all'utilizzo dei cookie.