>External linkFacebookFacebook MessengerFull ScreenGoogle+InstagramLinkedInNewsmostra di piùTwitterWhatsAppClose
Play
Lavoro nero, pagamenti poco chiari e soprattutto casette per i terremotati costruite male. Se tutto questo (e molto altro) fosse vero sarebbe un duro colpo per Arcale, il consorzio capofila per l'appalto di ricostruzione nelle Marche. Indaga Roberta Rei

L’appalto per la costruzione delle casette destinate ai terremotati delle Marche è di un miliardo e 188 milioni di euro ed è stato indetto dalla Protezione civile nazionale. Ma in quei cantieri dello Stato ci sono alcune cose che non sembra siano state fatte proprio a regola d’arte, come ci racconta Roberta Rei.

Per esempio alcuni operai intervistati a volto coperto ci rivelano che pannelli di cartongesso che richiedevano 20 viti per essere fissati, venivano sistemati solo con 2 o 3. Non solo, il materiale veniva lasciato fuori alle intemperie e gli stessi operai avrebbero ricevuto l’ordine di usarlo anche se bagnato. Se fosse vero questo spiegherebbe perché molte casette ora hanno dei problemi strutturali.

Per questo eravamo andati da Giorgio Gervasi, il presidente di Arcale, consorzio capofila nella ricostruzione. Lui prima si era scusato con i terremotati per il disagio procurato poi ha annunciato che sta procedendo a iniziative legali per tutelare l’immagine del consorzio da Le Iene.

Ma i racconti degli operai non si limitato a come venivano costruite le casette. Ci raccontano un sistema di pagamenti che se fosse confermato sarebbe molto “fantasioso”. Gli operai dovevano attivare due carte prepagate, sulla prima veniva versato lo stipendio, sulla seconda gli straordinari. Solo che gli straordinari versati sulla seconda superavano di gran lunga quelli dovuti, si parla di cifre attorno ai 14 mila euro in un mese. Colpo di scena, questa carta doveva essere consegnata al capocantiere e gli operai: di quei soldi, non vedevano un euro.

Il capocantiere si chiama William Amico. Un uomo che in passato ha avuto qualche problema con la giustizia per furto, ricettazione e uso illecito di carte di credito.

Ora la magistratura sta indagando e speriamo che presto scopra la verità su questa storia.

Altri servizi di questa puntata

video più visti

vedi tutti

Ultime puntate

Archivio Puntate
2018
2018
  • 2018
  • 2017
  • 2016
  • 2015
  • 2014
  • 2013
  • 2012
  • 2011
  • 2010
  • 2009
  • 2008
  • 2007
  • 2006
  • 2005
  • 2004
  • 2003
  • 2002
  • 2001
  • 2000
  • 1999
  • 1998
  • 1997
Dic
Dic
mar 04
mar 04

Questo sito utilizza cookie tecnici, di profilazione e di marketing, anche di terze parti, per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Per saperne di più o negare il consento a tutti o alcuni cookie CLICCA QUI.
Continuando la navigazione acconsenti all'utilizzo dei cookie.