>External linkFacebookFacebook MessengerFull ScreenGoogle+InstagramLinkedInNewsmostra di piùTwitterWhatsAppClose
×

Mediaset, da sempre attenta alla protezione dei dati del suo pubblico, si adegua al nuovo regolamento europeo in materia di protezione dei dati personali, il GDPR - Regolamento Generale sulla Protezione dei Dati, in vigore dal 25 Maggio 2018.
Leggi la nuova informativa privacy Mediaset

News | di AGRESTI |

Intervista ad Andrea Agresti

Nome: Andrea
Cognome:
Agresti
Soprannome: nessuno
Data di nascita:
22.04.1974
Luogo:
Pistoia
Altezza:
1.76
Peso:
68 kg.
Istruzione:
Diploma ISEF.
Dove vivi:
Pistoia.
Da solo o in compagnia:
Quattro giorni la settimana da solo. Gli altri tre con il mi babbo, la mi mamma e due cani: Pascarella e Buscaglione.
Sport praticato: Atletica leggera.
L'ultimo libro letto:
Gli scritti morali di Epicuro (ma ho letto solo questo).
Il primo disco comprato:
Number of the beast degli Iron Maiden.
Cibo preferito: Tutto, ma non tollero la liquirizia e lo zampone.
La squadra a cui tieni:
GS Valenzatico.
La canzone a cui sei legato:
Tutto il repertorio Iron Maiden e Faith No More.
Destra o sinistra:Sono del partito del Veliero.
Cosa cambieresti del tuo aspetto fisico: Migliorerei la struttura muscolare.
Del tuo carattere:
Per ora mi trovo bene così.
Tre cose che, se potessi, porteresti sempre con te:
Una palestra, del tempo libero ed Eva Henger.
La situazione più imbarazzante in cui ti sei trovato: Non me ne rammento.
Cosa volevi fare da grande: La guardia forestale ma poi mi hanno scartato alla visita militare.
Qual è stato il tuo primo servizio alle iene: Parcheggi sotterranei di Firenze con ingressi troppo bassi che non permettono alle ambulanze di entrare qual'ora se ne verificasse la necessità.
In che anno: 2005.
La tua prima apparizione in TV invece: 1993 Telepirata, Toscana TV.
Qual è la dote principale per poter diventare una iena: La faccia come il culo, non vergognarsi, attaccarsi al polpaccio senza mollare la preda, coraggio ed ironia.
Il servizio più bello che hai fatto:
Sono tutti figli miei, ma un punto in più il servizio con Roberto Benigni.
Quello che ti è piaciuto meno: Sono sempre figli miei.
Dopo le iene cosa ti aspetta: Mi auguro altre possibilità nel settore artistico, oppure tornerei volentieri anche a lavorare a scuola come insegnante di educazione fisica.

Torna alla biogragfia

Questo sito utilizza cookie tecnici, di profilazione e di marketing, anche di terze parti, per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Per saperne di più o negare il consento a tutti o alcuni cookie CLICCA QUI.
Continuando la navigazione acconsenti all'utilizzo dei cookie.