>External linkFacebookFacebook MessengerFull ScreenGoogle+InstagramLinkedInNewsmostra di piùTwitterWhatsAppClose
News | di PELAZZA |

"A Ostia c'è la mafia". Blitz contro il clan Spada: 29 arresti

In manette anche Roberto, che spaccò il naso a un giornalista e che ha avuto un duro scontro anche con la nostra Iena Luigi Pelazza

 

La mafia, almeno a Ostia, c’è, insiste la Procura di Roma, che ha ordinato un blitz notturno nella cittadina sul litorale romano con 29 arresti.

I pm insistono sulla loro linea dunque, nonostante la prima sentenza su Mafia Capitale in luglio avesse fatto cadere l’associazione mafiosa tra i reati a cui sono stati condannato i vari Carminati e Buzzi.

L’operazione Eclisse della squadra mobile contro il clan Spada è iniziata alle 4 di mattina con un elicottero in volo su Ostia. Per la prima volta i componenti della famiglia sinti finiscono in carcere per associazione a delinquere di stampo mafioso.

Tra gli arrestati Carmine (“Romoletto”, il presunto boss), Armando, Ottavio, Massiliano, Enrico e Roberto, il fratello di Carmine, già rinviato a giudizio dopo che a novembre spaccò il naso con una testata al giornalista Rai Daniele PierVincenzi. Già allora gli era stato contesto il “metodo mafioso”.

Roberto Spada ebbe un duro scontro anche con la nostra Iena Luigi Pelazza.

Guardate la nostro inchiesta e l'alterco con Spada nel servizio che abbiamo trasmesso il 5 maggio 2016.

 

esclusiva web
Vi sveliamo in esclusiva come è stata decisa e a che cosa punta l’ispezione del ministero della Giustizia, che ha ora tutti gli atti dell’inchiesta. Quella per cui sono stati condannati all’ergastolo Rosa Bazzi e Olindo Romano e di cui vi abbiamo parlato fino a un mese fa con i sei servizi di Marco Occhipinti e Antonino Monteleone

L'ultima puntata

Questo sito utilizza cookie tecnici, di profilazione e di marketing, anche di terze parti, per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Per saperne di più o negare il consento a tutti o alcuni cookie CLICCA QUI.
Continuando la navigazione acconsenti all'utilizzo dei cookie.