>External linkFacebookFacebook MessengerFull ScreenGoogle+InstagramLinkedInNewsmostra di piùTwitterWhatsAppClose
×

Mediaset, da sempre attenta alla protezione dei dati del suo pubblico, si adegua al nuovo regolamento europeo in materia di protezione dei dati personali, il GDPR - Regolamento Generale sulla Protezione dei Dati, in vigore dal 25 Maggio 2018.
Leggi la nuova informativa privacy Mediaset

News |

Il decreto delle Iene per la scuola di Alicudi

La proposta per i tre bambini felici dell'isola, che hanno diritto ad andare a scuola

Scarica allegato

Caro governo, cari futuri ministri della Repubblica

La nostra proposta è semplicissima e ha due obiettivi: tutelare il prezioso lavoro dei maestri e garantire ai bambini il diritto ad una qualità dell'istruzione almeno accettabile.

Scegliere di andare ad insegnare in una micro-scuola, che sia montagna o isola, dev’essere visto come una vera e propria missione educativa. Per questo è importante dare più garanzie, che riassumiamo in 5 punti: 

PRIMO PUNTO

- Requisiti specifici per chi intenda insegnare nelle scuole delle Piccole isole e dei comuni di montagna (Competenze pluridisciplinari, linguistiche e pisicologiche) 

- Criteri speciali per la chiamata diretta per tutti gli insegnanti di ruolo o supplenti che, in possesso di detti requisiti, accettino la destinazione nelle scuole più estreme e si impegnino a restarci per almeno tre anni scolastici;

 

SECONDO PUNTO

- Precedenza assoluta a chi dichiara la disponibilità ad iscrivere in quel piccolo istituto i propri figli che si trovino nell'età dell'obbligo scolastico;

 

TERZO PUNTO

- Valutazione doppia del servizio prestato :

- ai fini economici ( progressione della carriera) - ai fini pensionistici (1 anno vale 2) - ai fini della mobilità sul territorio nazionale ( per Legge e non, come avviene oggi attraverso il Contratto Nazionale);

 

QUARTO PUNTO

Maggiori benefit per gli insegnanti che, lavorando per esempio ad Alicudi, si troverebbero, a conti fatti, ad utilizzare quasi tutto il loro stipendio tra spese di viaggio e di affitto: prevedere quindi la “casa del maestro” e della sua famiglia;

QUINTO PUNTO

Prevedere, almeno una volta al mese, scambi tra i bambini delle piccole isole e gli scolari delle zone vicine (e perché no anche lontane) per favorire lavori di gruppo e la indispensabile socializzazione. 

FIRMA Francesca, Sandro, Sabrina, Alessandra, Emilia e tu¬i i bambini delle mi o scu e d’Italia

 

L'ultima puntata

Questo sito utilizza cookie tecnici, di profilazione e di marketing, anche di terze parti, per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Per saperne di più o negare il consento a tutti o alcuni cookie CLICCA QUI.
Continuando la navigazione acconsenti all'utilizzo dei cookie.