>External linkFacebookFacebook MessengerFull ScreenGoogle+InstagramLinkedInNewsmostra di piùTwitterWhatsAppClose
News |

Andria, sprofonda la piazza: 4 mesi dopo i cittadini chiedono aiuto | VIDEO

Il 23 maggio si è aperta una voragine che ha inghiottito un terzo di piazza Largo Grotte. Dopo mesi di richieste inascoltate. Ecco l’appello mandato a Le Iene 

A quattro mesi dalla voragine che si è aperta nella piazza principale i cittadini ancora aspettano non solo una risposta ma anche l’inizio dei lavori per chiuderla. Alcuni abitanti della città pugliese di Andria, si sono rivolti direttamente a Le Iene per lanciare l’appello che potete vedere qui sopra.

“Il 23 maggio, a causa della pioggia, si è creato questo buco di tre metri di diametro e due e mezzo di profondità che si è mangiato un terzo della piazza Largo Grotte”, spiega Emanuella Balducci che si è fatta portavoce del disagio di cittadini e residenti contattando direttamente Le Iene.

L’area era stata “riqualificata” non più tardi di cinque anni fa: “Qui un tempo c’erano case anche sotto il livello della piazza, poi il Comune le ha demolite ricoprendo tutto. Cinque anni fa il piazzale è stato rifatto, diventando un parcheggio con aiuole e fontane. Ma fin da subito ci sono stati problemi di avvallamenti nel manto stradale”.

L’ultimo che si è formato è quello, enorme, di maggio. “A distanza di quattro mesi non abbiamo ancora risposte certe sul futuro di questo punto nevralgico della nostra città”, prosegue Emanuella. Il Comune ha messo alcune recinzioni, ma un intervento risolutivo pare ancora lontano: “Sembra che se ne stia interessando un geologo incaricato di capire la natura del sottosuolo”.

Non abbiamo nemmeno la certezza dell’inizio dei lavori e questa è una piazza frequentata ogni giorno anche dai bambini”, spiega il gruppo di cittadini di Andria che lanciano il loro appello a Le Iene: “Speriamo che tramite voi riusciamo ad avere una risposta e che si cominci a muovere qualcosa”.

Questo sito utilizza cookie tecnici, di profilazione e di marketing, anche di terze parti, per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Per saperne di più o negare il consento a tutti o alcuni cookie CLICCA QUI.
Continuando la navigazione acconsenti all'utilizzo dei cookie.