>External linkFacebookFacebook MessengerFull ScreenGoogle+InstagramLinkedInNewsmostra di piùTwitterWhatsAppClose
×

Mediaset, da sempre attenta alla protezione dei dati del suo pubblico, si adegua al nuovo regolamento europeo in materia di protezione dei dati personali, il GDPR - Regolamento Generale sulla Protezione dei Dati, in vigore dal 25 Maggio 2018.
Leggi la nuova informativa privacy Mediaset

News | di SPARACINO |

Antonio Razzi a pochi giorni dall'agognato vitalizio

Il senatore decadrà con le elezioni, ma da marzo si godrà la pensione da ex parlamentare a vita

Antonio Razzi c'è rimasto parecchio male: Forza Italia non l'ha ricandidato per le elezioni del 4 marzo. Qualche motivo per festeggiare però ce l'ha. Il 22 febbraio ha compiuto 70 anni. Soprattutto il senatore, magari dopo le elezioni non sarà più in carica, ma da marzo maturerà il suo sostanzioso vitalizio a vita.

Già, perché Razzi, eletto per la prima volta nel 2006, a questo vitalizio ci pensava eccome. In un filmato nel dicembre del 2011 diceva: “Io c'ho 63 anni, e dove vado a lavorare io? In Italia non ho mai lavorato, che lavoro vado a fare? Io ho pensato anche ai cazzi miei. Tanto questi sono tutti malviventi. Questi pensano solo ai cazzi loro”. A riprenderlo con una telecamera nascosta era stato l'ex deputato dell'Italia dei Valori, Francesco Barbato. Razzi gli spiegava appunto il suo passaggio dall'Italia dei Valori di Di Pietro allo schieramento di Berlusconi dell'anno prima.

Ed è solo una delle tante “perle” del poliedrico senatore, famoso per le sue liti con l'italiano (“le famiglie si forma con la casa”, solo per citarne una) e per le sue uscite clamorose. Senza risparmiarsi tra politica interna, internazionale e vita privata.

Tre esempi. Razzi si è definito “di proprietà di Berlusconi, quello che lui mi dice io faccio: qualsiasi cosa, anche buttarsi sotto a un treno». Il dittatore Kim Jong-un? “E' un moderato” per Razzi che è stato più volte in Corea del Nord. Del resto, il dittatore e i suoi generali sarebbero, sono sempre parole sue: “delle bravissime persone”. Quanto al privato si vanta di aver avuto “oltre mille donne”.

Proprio partendo da questo conteggio, anche nel servizio che potete vedere qui sotto, con noi de Le Iene ha dato il suo meglio. Mentre a 70 anni può andarsene in pensione tranquillo, lui.

Guarda il servizio di Pietro Sparacino con Antonio Razzi

Questo sito utilizza cookie tecnici, di profilazione e di marketing, anche di terze parti, per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Per saperne di più o negare il consento a tutti o alcuni cookie CLICCA QUI.
Continuando la navigazione acconsenti all'utilizzo dei cookie.