>External linkFacebookFacebook MessengerFull ScreenGoogle+InstagramLinkedInNewsmostra di piùTwitterWhatsAppClose
×

Mediaset, da sempre attenta alla protezione dei dati del suo pubblico, si adegua al nuovo regolamento europeo in materia di protezione dei dati personali, il GDPR - Regolamento Generale sulla Protezione dei Dati, in vigore dal 25 Maggio 2018.
Leggi la nuova informativa privacy Mediaset

News |

Blitz contro Messina Denaro: l'intervista esclusiva de Le Iene al cognato

Continua a stringersi il cerchio attorno al superlatitante e presunto nuovo capo Matteo Messina Denaro. Vi riproponiamo il servizio e l’intervista esclusiva di Ismaele La Vardera 

Un nuovo blitz è scattato stamane per stringere il cerchio attorno al superlatitante e presunto nuovo capo di Cosa Nostra, Matteo Messina Denaro. Oltre 150 uomini hanno passato al setaccio aziende, abitazioni e casolari di campagna, portando all’arresto di 17 che avrebbero facilitato la latitanza del boss.

Lo scorso 29 aprile, con Le Iene avevamo mandato in onda l’intervista esclusiva a suo cognato Rosario Allegra, Pochi giorni prima del suo arresto, il nostro Ismaele La Vardera era riuscito infatti a parlare con il marito di Giovanna Messina Denaro, figlia del boss Francesco e sorella dell’altro boss latitante Matteo.

Sfoglia la gallery qui sotto del servizio che abbiamo dedicato al caso. 

L'intervista esclusiva di Ismaele La Vardera a Rosario Allegra: le foto

 
1 di 14

 

“Sono il cognato di Messina Denaro però non mi interesso di determinati argomenti”, con queste parole Saro, come è soprannominato, ci ha accolto nel suo negozio di abbigliamento a Castelvetrano (Trapani). L’incontro era stato concordato in un primo tempo per capire chi avesse realizzato il necrologio per la morte di Francesco Messina Denaro che ogni anno il 30 novembre compare sul giornale di Sicilia.

“Mio suocero era una persona che stimavo molto ed era stimata da tutta la città”, risponde Rosario Allegra. “A me risulta che non fosse mafioso. Di mafie non ho avuto mai sentore né odore”. Alla richiesta di La Vardera di dissociarsi dalla sua famiglia ha replicato: “Da che cosa devo dissociarmi, era una famiglia tranquilla. Uno si dissocia solo se fa parte, per me sono persone serie e oneste”.

Anche se, come lui stesso ricorda, “avevo un’imputazione di associazione mafiosa, ma sono stato assolto a formula piena”. Dopo pochi giorni dalla nostra intervista, Allegra è stato arrestato nella notte fra il 18 e il 19 aprile 2018. Lui assieme a un altro cognato e ad altre 19 persone erano già finite in carcere per aver facilitato il latitante per cui continuano le ricerche a tappeto anche dopo il blitz di questa mattina.

Guarda qui sotto l’intervista esclusiva di Ismaele La Vardera a Rosario Allegra

L'ultima puntata

Questo sito utilizza cookie tecnici, di profilazione e di marketing, anche di terze parti, per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Per saperne di più o negare il consento a tutti o alcuni cookie CLICCA QUI.
Continuando la navigazione acconsenti all'utilizzo dei cookie.