>External linkFacebookFacebook MessengerFull ScreenGoogle+InstagramLinkedInNewsmostra di piùTwitterWhatsAppClose
×

Mediaset, da sempre attenta alla protezione dei dati del suo pubblico, si adegua al nuovo regolamento europeo in materia di protezione dei dati personali, il GDPR - Regolamento Generale sulla Protezione dei Dati, in vigore dal 25 Maggio 2018.
Leggi la nuova informativa privacy Mediaset

News |

Prese le borseggiatrici “cortesi” di Milano. Le Iene e quelle di Venezia e Roma

Quattro borseggiatrici agivano negli ascensori della stazione Centrale di Milano, ora sono state denunciate. Il fenomeno dei borseggi colpisce anche Venezia e Roma come testimoniato dalle inchieste delle nostre Iene

Sono state soprannominate le “borseggiatrici cortesi” proprio per i loro modi gentili coi quali attiravano le loro vittime. In poco tempo sono diventate l’incubo di turisti e viaggiatori della stazione Centrale di Milano, dove hanno compiuto decine di colpi. Uno addirittura da 14 mila euro.

Le quattro borseggiatrici di nazionalità bosniaca colpivano negli ascensori tra una banchina e l’altra. Tenevano bloccate le porte per invitare i turisti ad entrare e poi con destrezza li derubavano senza che loro se ne potessero accorgere. Una turista indonesiana finita nel mirino della banda si ricorderà con una certa rabbia a vacanza sfumata in Italia. Appena arrivata è stata circondata dalle malviventi che sono riuscite a sottrarle ben 14 mila euro. Ora sono state catturate e denunciate a piede libero. Nel video qui sotto sono state pizzicate durante un colpo in un ascensore.

 

 

Se a Milano, le borseggiatrici agiscono nelle stazioni ferroviarie, a Venezia trovano vita facile sugli imbarcaderi. È quanto ha appurato la nostra iena Nicolò De Devitiis nel servizio andato in onda il 25 ottobre 2016. I borseggi avvengono durante l’attracco del vaporetto, quando l’acqua crea oscillazioni con un gesto fulmineo sfilano i portafogli da tasche e borse dei turisti.

Proprio una nostra complice si è finta turista con tanto di mappa in mano e borsa in bella vista. Tra la stazione e l’imbarcadero in meno di cento metri viene adocchiata da due ragazze. Dapprima lancia uno sguardo nella borsa, poi fa un cenno alla complice che entra in azione. Dopo infila la mano nella borsetta e sottrae il portafoglio. Alla fine le borseggiatrici sono quattro: due hanno fatto da palo, le altre hanno messo in atto il piano.

Intanto la nostra complice continua la sua camminata, poco dopo si imbatte in due minorenni che colpiscono all’imbarcadero. Prendono di mira un turista e gli sottraggono il portafoglio. A quel punto entra in azione il nostro De Devitiis che le rincorre per Venezia (prendendosi anche qualche ceffone e sputo). Fino all’arrivo della Polizia che porta le due minorenni in commissariato per l’identificazione.

Stessa tecnica, ma città diversa. In metropolitana il fenomeno dei borseggi è di casa. Ce lo ha raccontato il nostro Filippo Roma, nel suo servizio dell’11 dicembre 2016. Nonostante la presenza di militari in banchina, le minorenni agiscono con destrezza e una certa dose di sfacciataggine. Proprio sotto le nostre telecamere abbiamo assistito a un borseggio e alla lite scoppiata tra la ladra e alcuni turisti che l’hanno bloccata fino all’arrivo delle forze dell’ordine per l’identificazione. L’ennesima.    

Guarda qui sotto i servizi dei borseggi a Venezia e Roma dei nostri Nicolò De Devitiis e Filippo Roma.

 

Questo sito utilizza cookie tecnici, di profilazione e di marketing, anche di terze parti, per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Per saperne di più o negare il consento a tutti o alcuni cookie CLICCA QUI.
Continuando la navigazione acconsenti all'utilizzo dei cookie.