>External linkFacebookFacebook MessengerFull ScreenGoogle+InstagramLinkedInNewsmostra di piùTwitterWhatsAppClose
×

Mediaset, da sempre attenta alla protezione dei dati del suo pubblico, si adegua al nuovo regolamento europeo in materia di protezione dei dati personali, il GDPR - Regolamento Generale sulla Protezione dei Dati, in vigore dal 25 Maggio 2018.
Leggi la nuova informativa privacy Mediaset

News |

“Brevetto contraffatto”: Tutor spenti in autostrada

Bocciato il ricorso di Autostrade per l’Italia dopo la prima sentenza. Con Antonino Monteleone anche noi de Le Iene ci siamo occupati del caso

E’ stato spento il sistema di controllo della velocità Tutor. Si deduce dall’ordinanza con cui ieri, 28 maggio, la Corte ha respinto il ricorso di Autostrade per l’Italia (Aspi) che chiedeva la sospensione dell’esecutività della sentenza di condanna del 10 aprile per la “contraffazione del brevetto” del Tutor,  in attesa della definizione di un ulteriore ricorso in Cassazione.

La Corte d’Appello di Roma non solo aveva condannato Autostrade per l’Italia, ma aveva anche ordinato di rimuovere e distruggere tutte le attrezzature esistenti. Il sistema di controllo che stabilisce se la velocità media di un veicolo supera o no il limite stabilito per legge, è nato nel 1999 dall’idea dell’imprenditore toscano Romolo Donnini, fondatore della Craft, che non ha mai dato a nessuno il permesso di usare il brevetto.

Pochi giorni dopo quella sentenza, Antonino Monteleone era andato a parlare con il direttore legale di Aspi, Amedeo Gagliardi, che aveva detto che Autostrade per l’Italia riteneva “di non aver copiato in alcun modo il brevetto di Craft”, ribadendo che “il tutor è un sistema determinante per la sicurezza autostradale”.

Sfoglia la gallery qui sotto per le foto del servizio 

Autostrade ha rubato il brevetto del tutor? Le foto

 
1 di 4

 

Proprio sulla sicurezza stradale, oltre che sull’irreparabilità del danno che la distruzione del sistema comporterebbe, si era basata l’istanza presentata da Aspi e respinta ieri. La nostra Iena ha tentato di parlare anche con l’amministratore delegato Aspi, Giovanni Castellucci, che però non ha voluto dare alcuna risposta sul “brevetto contraffatto”.

Clicca qui per leggere e scaricare l'ordinanza della Corte d'Appello di Roma.

Guarda qui sotto il servizio di Antonino Monteleone sul brevetto del Tutor

Dopo il servizio sul reparto macelleria, Giulio Golia racconta che il cibo scaduto viene riconfezionato con una nuova data di scadenza in tutti i reparti di molti supermercati: frutta e verdura, pescheria, pasticceria, gastronomia... I prodotti vengono riusati in ogni modo, alla faccia della salute di chi compra

L'ultima puntata

Questo sito utilizza cookie tecnici, di profilazione e di marketing, anche di terze parti, per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Per saperne di più o negare il consento a tutti o alcuni cookie CLICCA QUI.
Continuando la navigazione acconsenti all'utilizzo dei cookie.