>External linkFacebookFacebook MessengerFull ScreenGoogle+InstagramLinkedInNewsmostra di piùTwitterWhatsAppClose
×

Mediaset, da sempre attenta alla protezione dei dati del suo pubblico, si adegua al nuovo regolamento europeo in materia di protezione dei dati personali, il GDPR - Regolamento Generale sulla Protezione dei Dati, in vigore dal 25 Maggio 2018.
Leggi la nuova informativa privacy Mediaset

News |

Bullismo, Nelson: “Ho buttato il numero, non voglio più rivedere quei falsi amici”

Dopo il servizio di mercoledì, abbiamo contattato il ragazzo bipolare vittima dei bulli

“Alla fine quel numero l'ho buttato. Ci ho ripensato: sono persone che non valgono niente e portano solo guai. Non voglio più rivederli”. Mercoledì abbiamo raccontato in onda quanto ha subito Nelson dai suoi falsi amici e veri bulli. Alla fine del servizio, che vi riproponiamo qui sotto, lo avevamo accompagnato da Andrea, il capo del gruppo, che diceva di volerlo rivedere. Nelson all'inizio sembrava d'accordo, poi ha cambiato idea e quando oggi lo contattiamo al telefono parte proprio da questo.

Soffre di disturbo bipolare, che lo sottopone a gravi sbalzi di umore. L'incubo in cui era finito è quello di un gruppo di “amici” che lo frequentavano solo per sottoporlo a ogni tipo di sevizia: l'hanno buttato giù dalle scale, più volte, tanto da farlo finire in ospedale, gli tiravano la spazzatura, l'hanno riempito di botte in finti incontri di pugilato, l'hanno drogato e poi l'hanno fatto saltare da 5 metri di altezza. Hanno pure ripreso tutto e messo i video su YouTube.

“Erano solo degli stronzi, erano cattivi”. Nelson è emozionato al telefono, è un ragazzo pacifico che quasi non concepisce il male. Ci è voluto un po' per rielaborare quello che gli è successo, ma alla fine ci è riuscito benissimo. Tutto era partito dalla sorella Diana che aveva scoperto 4 anni dopo due video su YouTube. La nostra Iena Luigi Pelazza ha seguito Nelson, parlando a lungo con lui, fino all'incontro con Andrea.

“Mi sono sentito un po' a disagio vedendomi in tv, soprattutto per quei video: non è stata colpa mia, ero lì da solo in mezzo a loro. Ma riguardare quelle immagini mi è servito ancora di più a capire”. Continuava a subire le umiliazioni pur di essere accettato e uscire con qualcuno.

Ora fa un po' di fatica ora a trovare nuovi amici. Ma ne ha trovati “tre, contati, veri. Ogni tanto ci facciamo una birretta, questi sono persone per bene”.

Nelson ci lascia con un consiglio per tutti “i pischelli”: “Non fatevi mai mettere i piedi in testa. Se lo fanno non sono veri amici, è bullismo”.

Guarda qui sotto il servizio della Iena Luigi Pelazza andato in onda mercoledì.

Questo sito utilizza cookie tecnici, di profilazione e di marketing, anche di terze parti, per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Per saperne di più o negare il consento a tutti o alcuni cookie CLICCA QUI.
Continuando la navigazione acconsenti all'utilizzo dei cookie.