>External linkFacebookFacebook MessengerFull ScreenGoogle+InstagramLinkedInNewsmostra di piùTwitterWhatsAppClose
News | di PASCA |

Cerchi tuo figlio o mamma e papà biologici? Mandaci un video appello!

Ecco le istruzioni su come fare per mandarci il video che pubblicheremo sul nostro sito, nella speranza che arrivi a chi state cercando

 

 

Oggi in Italia i figli adottati non possono cercare i propri genitori biologici fino al compimento dei cento anni di età. La legge, infatti, si chiama dei cent'anni. Dopo il servizio di Cristiano Pasca su genitori biologici e figli adottati alla ricerca gli uni degli altri, abbiamo deciso di dare una mano a chi è stato adottato e vuole scoprire le proprie origini e a tutti quei genitori che vogliono ritrovare il figlio dato in adozione.

Se sei tra queste persone, fai un video appello alla persona che stai cercando e mandacelo!

Ecco come fare:

Se stai cercando la mamma o il papà biologico, nel video devi dire dove e quando sei nato, in che città, in quale ospedale, quando sei stato adottato e se hai segni particolari.

Se invece stai cercando tuo figlio, dì il tuo nome e cognome, dove hai partorito, dove ti trovavi e come lo hai chiamato.

Insomma, fornisci le informazioni che ritieni più utili per farti contattare dalla persona che stai cercando.

IMPORTANTE: Riprenditi con il telefonino in orizzontale, proprio come ha fatto la nostra Iena nel video che vedete qui sopra, in cui dà tutte le istruzioni su come fare il video appello e come contattarci.

Una volta fatto il video, mandalo alla mail redazioneiene@mediaset.it scrivendo chi siete e il vostro numero di telefono. Noi pubblicheremo il video qui, sul nostro sito.

Magari qualcuno risponderà al tuo appello!

Guarda qui sotto il servizio di Cristiano Pasca "Vivere senza sapere chi ti ha messo al mondo"

 

dopo il nostro servizio

Insetti al pronto soccorso, dove per un altro episodio i parenti di una paziente hanno rotto il naso a una dottoressa. Anche dalle formiche al San Giovanni Bosco di Napoli è partita l’inchiesta de Le Iene con Gaetano Pecoraro sugli ospedali da incubo in Campania e in Calabria. Il governo ora dimissionario aveva detto di voler combattere la malasanità in queste due regioni. Che fine farà ora questo impegno?

Questo sito utilizza cookie tecnici, di profilazione e di marketing, anche di terze parti, per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Per saperne di più o negare il consento a tutti o alcuni cookie CLICCA QUI.
Continuando la navigazione acconsenti all'utilizzo dei cookie.