>External linkFacebookFacebook MessengerFull ScreenGoogle+InstagramLinkedInNewsmostra di piùTwitterWhatsAppClose
News | di MONTELEONE |

David Rossi, parla un escort: “Ai festini magistrati, politici, sacerdoti” | VIDEO

Antonino Monteleone raccoglie una nuova clamorosa testimonianza che getta nuove ombre sulla misteriosa morte del dirigente della banca MPS

Antonino Monteleone torna ad occuparsi della vicenda della morte di David Rossi con nuove, clamorose rivelazioni. La Iena ha raccolto la testimonianza di un uomo che afferma di aver partecipato come escort ad alcune feste o cene private, cui aveva già fatto riferimento l'ex sindaco di Siena Pierluigi Piccini, che andrà in onda questa sera nel corso della nostra trasmissione.

I festini di cui parla l'escort si sarebbero svolti nelle campagne toscane, nei dintorni di Siena e in altre città d'Italia. Lo scopo era quello di “intrattenere degli ospiti di alto profilo che avevano una certa importanza per le persone che organizzavano queste feste”. E avrebbero partecipato personaggi di spicco della società senese, come un importante ex dirigente della Banca Monte dei Paschi, un sacerdote con un incarico di rilievo nella Diocesi, diversi magistrati, un politico, un giornalista e persino un ex Ministro. Tutte persone che l'escort riconosce da alcune foto che Monteleone gli mostra. L'escort sarebbe arrivato a guadagnare in questi festini fino a “10.000 euro in due o tre giorni di incontri. Secondo lui ci sarebbe anche chi ha registrato quegli incontri, e ci sarebbero quindi in circolazione dei video.

In numerosi servizi la nostra Iena si è occupata della morte dell'allora capo della comunicazione del Monte dei Paschi di Siena, precipitato da una finestra della sede bancaria il 6 marzo 2013 in circostanze ancora oggi misteriose. L'inchiesta sulla sua morte è stata in un primo tempo archiviata come caso di suicidio dalla Procura di Siena. Dopo la messa in onda dei precedenti servizi de “Le Iene”, sono state aperte quattro nuove indagini: due presso la Procura di Siena e due presso la Procura di Genova (competente a indagare per fatti che riguardano i magistrati senesi). Le due indagini della Procura di Genova, una per abuso d'ufficio e una per diffamazione, sono state aperte in seguito alle dichiarazioni di Pierluigi Piccini, raccolte da Le Iene, in riferimento a presunti festini che si sarebbero svolti “in una villa fra Siena e Arezzo”. Dichiarazioni che corrispondono a quelle dell'escort.

L'ultima puntata

Questo sito utilizza cookie tecnici, di profilazione e di marketing, anche di terze parti, per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Per saperne di più o negare il consento a tutti o alcuni cookie CLICCA QUI.
Continuando la navigazione acconsenti all'utilizzo dei cookie.