>External linkFacebookFacebook MessengerFull ScreenGoogle+InstagramLinkedInNewsmostra di piùTwitterWhatsAppClose
×

Mediaset, da sempre attenta alla protezione dei dati del suo pubblico, si adegua al nuovo regolamento europeo in materia di protezione dei dati personali, il GDPR - Regolamento Generale sulla Protezione dei Dati, in vigore dal 25 Maggio 2018.
Leggi la nuova informativa privacy Mediaset

News | di REI |

E ora per Maria Teresa pure la denuncia per stalking

Un'altra grana per la funzionaria Inps che ha chiesto di vedere il concorso pubblico della sua dirigente

 

Non c’è pace per Maria Teresa Arcuri, la funzionaria dell’Inps che aveva chiesto alla sua dirigente, Alessandra Infante, di poter vedere le carte del concorso pubblico che le permettevano di ricoprire quel ruolo. La dirigente, che non ha ancora dimostrato di aver partecipato al concorso, avrebbe querelato la funzionaria per stalking, come riporta "Il Quotidiano del Sud". E in tutta risposta lunedì mattina Maria Teresa presenterà presso la Guardia di Finanza una denuncia per calunnia, come ci ha preannunciato sua figlia Simona.

Vi avevamo raccontato della vicenda nella puntata di mercoledì scorso, con la nostra Roberta Rei che ha sentito tutti i protagonisti della vicenda per capire come sono andati i fatti. Dopo due procedimenti penali ormai archiviati, interpellanze parlamentari, accessi all’università La Sapienza di Roma, dove si sarebbe laureata, e un esposto alla Corte dei Conti, la dirigente regionale dell’Inps Alessandra Infante ritenendosi perseguitata avrebbe querelato Maria Teresa Arcuri per stalking.

Tutto inizia otto anni fa, quando Maria Teresa Arcuri, funzionario direttivo dell'Inps, chiede di poter vedere il concorso pubblico della nuova dirigente, Alessandra Infante. Per questa richiesta Maria Teresa viene demansionata e costretta a passare le sue giornate in un ufficio senza fare nulla, cadendo in depressione. Maria Teresa fa causa all’Inps e la Corte d’Appello le dà ragione. Anche la Guardia di Finanza con un'informativa mette ero su bianco che Alessandra Infante ricoprirebbe l’incarico di direttore dell’Inps mediante "artifizi e raggiri", non avendo mai partecipato a concorsi pubblici. Ma l’Inps, che ha ricorso in Cassazione, continua a non esibire il concorso pubblico.

Sembra che Maria Teresa dovrà affrontare anche la denuncia per stalking da parte della dirigente. Abbiamo raggiunto telefonicamente Simona Arcuri, figlia e legale della funzionaria dell’INPS, per chiederle un commento a caldo. “È una cosa gravissima”, ci ha detto. La dirigente “cerca di trasformare la vergogna in orgoglio e di manipolare l’opinione pubblica e i funzionari. Questa signora non ha limiti, mia madre non solo è demansionata ma adesso è dichiarata anche stalker. Mia madre stava facendo solo il suo lavoro. Ed è stata attaccata”. Inizia intanto un processo civile per demansionamento e mobbing. Giovedì, il giorno dell’udienza in tribunale, Maria Teresa ci ha detto: “Non riesco a trovare colleghi che testimonino che io in ufficio di fatto non faccio niente. Hanno paura di ritorsioni. A lavoro non mi parlano, hanno paura di farsi vedere con me”.

 

 

GUARDA QUI SOTTO IL SERVIZIO DI ROBERTA REI

 

L'ultima puntata

Questo sito utilizza cookie tecnici, di profilazione e di marketing, anche di terze parti, per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Per saperne di più o negare il consento a tutti o alcuni cookie CLICCA QUI.
Continuando la navigazione acconsenti all'utilizzo dei cookie.