>External linkFacebookFacebook MessengerFull ScreenGoogle+InstagramLinkedInNewsmostra di piùTwitterWhatsAppClose
×

Mediaset, da sempre attenta alla protezione dei dati del suo pubblico, si adegua al nuovo regolamento europeo in materia di protezione dei dati personali, il GDPR - Regolamento Generale sulla Protezione dei Dati, in vigore dal 25 Maggio 2018.
Leggi la nuova informativa privacy Mediaset

News |

Federica Brocchetti, assistente parlamentare: “Ho denunciato un politico, ora non lavoro più” | VIDEO

Impiegata in nero per Mario Caruso. “Vederlo ricandidato è stato schifoso. La Boldrini? Dopo lo scandalo non si è fatta più sentire” dice nell'intervista Skype a Le Iene

Sono spariti tutti quanti dopo il clamore mediatico, soprattutto la Boldrini non si è assolutamente più fatta sentire in nessun modo”. Dopo lo scandalo sulle assunzioni in nero al Parlamento, Federica Brocchetti torna a parlare di sé. Negli scorsi mesi, grazie a Le Iene aveva denunciato l'allora onorevole Mario Caruso per cui lavorava come assistente parlamentare senza alcun contratto.

“Vedere che ha trovato un partito che l'ha ricandidato è stata una cosa schifosa”, dice Federica. “Dopo quello che aveva fatto a me nessuno doveva ricandidarlo. Per fortuna che non è stato rieletto!”. In tanti le hanno manifestato solidarietà dandole speranza che la sua situazione si sarebbe risolta. Anche perché le parole dell'allora presidente della Camera erano state rassicuranti. “Faremo di tutto per tutelare queste persone, glielo garantisco”, aveva detto al nostro Filippo Roma nel servizio dello scorso 3 dicembre.

Devi essere orgogliosa di quello che hai fatto, hai manifestato coraggio e che non abbassi la testa davanti alle ingiustizie”, aveva detto Laura Boldrini incontrando Federica. “Nonostante la sua promessa, non ha approfondito la questione dei contratti in nero in Parlamento”: Federica attacca anche l'ex presidente della Camera nella nostra intervista la ex assistente parlamentare.

Che cosa ha fatto dopo questa spiacevole esperienza? “Ho totalmente chiuso con il mondo politico. Non sono neppure andata a votare perché attualmente non c'è nessuno che mi rappresenta”. Di certo è fiera di aver alzato i riflettori sulle assunzioni in nero: “Lo rifarei altre mille volte perché quello che ho passato con l'onorevole Caruso è stata veramente una cosa indegna”.

Dopo la sua storia, vuole mettere in guardia chi rischia di trovarsi nella sua stessa situazione, soprattutto ora che il Parlamento è stato rinnovato. “Rinunciate subito se vedete cose poco limpide, lasciate perdere i parlamentari che vi promettono pagamenti per il futuro, perché tanto non li faranno mai!”.

L'ultima puntata

Questo sito utilizza cookie tecnici, di profilazione e di marketing, anche di terze parti, per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Per saperne di più o negare il consento a tutti o alcuni cookie CLICCA QUI.
Continuando la navigazione acconsenti all'utilizzo dei cookie.