>External linkFacebookFacebook MessengerFull ScreenGoogle+InstagramLinkedInNewsmostra di piùTwitterWhatsAppClose
×

Mediaset, da sempre attenta alla protezione dei dati del suo pubblico, si adegua al nuovo regolamento europeo in materia di protezione dei dati personali, il GDPR - Regolamento Generale sulla Protezione dei Dati, in vigore dal 25 Maggio 2018.
Leggi la nuova informativa privacy Mediaset

News |

Rovazzi e Fedez, due amici de Le Iene non sono più amici (tra loro)

Dopo mesi di voci, è Fabio Rovazzi a confermare la rottura professionale e personale con l’amico di una vita Fedez, che l’ha lanciato. A Le Iene li abbiamo visti spesso, tra scherzi e inchieste: rivedersi da noi, speriamo, li farà almeno sorridere

Le amicizie nascono, corrono e a volte inciampano. Noi siamo inciampati perché abbiamo in mente idee differenti. Io ho velleità totalmente diverse dalle sue, spero che il rapporto si risani col tempo”. Dopo mesi di voci, Fabio Rovazzi, durante la presentazione del singolo quasi premonitore nel titolo Faccio quello che voglio, conferma la rottura professionale e personale con Fedez, amico di una vita che l’ha lanciato con il primo tormentone “Andiamo a comandare”.

Rovazzi conferma anche la gratitudine: “Non amo parlare degli affari miei, lo detesto. Sarò sempre grato a Fede per quello che ha fatto per me, per la spinta che mi ha dato all’inizio e la mano che mi ha dato nel percorso”.

A Le Iene sono stati spesso protagonisti. Fedez soprattutto con il famoso scherzo in cui alla fine era scoppiato a piangere.
A proporcelo è stato l’amico e collega J-Ax (i due, tra l’altro, hanno appena annunciato commossi la fine della loro collaborazione artistica sul palco).

Nel 2017 erano invece in mezzo al loro tour e noi abbiamo organizzato una finta truffa che li vedeva coinvolti nello scandalo del secondary ticketing, denunciato da Le Iene), ovvero nel bagarinaggio online che può far vendere illegalmente anche migliaia di biglietti dei concerti fino a dieci volte il loro prezzo iniziale. Con sorpresa finale che spiazza Fedez, tanto da farlo piangere appunto come un bambino. Clicca qui per vedere lo scherzo "La truffa di J-Ax a Fedez".

Quest’anno Fedez si è vendicato, colpendo J-Ax su un suo punto debole da claustrofobico: il terrore di rimanere chiuso in ascensoreJ-Ax non ha pianto: è proprio quasi impazzito dall’ansia in un ascensore che ovviamente abbiamo bloccato noi, con dentro anche Fedez come complice e un personaggio parecchio improbabile. Clicca qui per vedere lo scherzo "La vendetta di Fedez su J-Ax".

Rovazzi ha messo proprio i panni da Iena in due servizi. Nel 2017 ha seguito due fidanzati professionisti russi del selfie estremi (“da non fare mai” come ribadisce più volte Rovazzi), fino in cima ai grattacieli di Dubai. Prima di andare negli Emirati arabi uniti, ha raccontato le morti sempre più frequenti di ragazzi e ragazze per fare selfie pericolosissimi, da postare poi su Internet per ottenere più fan possibili. Clicca qui per vedere il servizio "Selfie estremi".

Nel 2018 è tornato con un nuovo servizio, ripercorrendo le tappe della vicenda di Cambridge Analytica, la società britannica che ha usato i dati di oltre 50 milioni di profili Facebook per prevedere e influenzare gli indirizzi di voto attraverso campagne mirate sui canali social (in particolare nella campagna elettorale che ha visto l'elezione a presidente di Donald Trump). Clicca qui per vedere il servizio "Cambridge Analytica: Facebook ci spia?".

Insomma Fedez e Rovazzi sono nostri amici, e speriamo che tornino presto a esserlo anche tra loro. Rivedersi a Le Iene, intanto, magari li farà sorridere.

L'ultima puntata

Questo sito utilizza cookie tecnici, di profilazione e di marketing, anche di terze parti, per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Per saperne di più o negare il consento a tutti o alcuni cookie CLICCA QUI.
Continuando la navigazione acconsenti all'utilizzo dei cookie.