>External linkFacebookFacebook MessengerFull ScreenGoogle+InstagramLinkedInNewsmostra di piùTwitterWhatsAppClose
News |

Giornata contro lo sfruttamento dei minori: Le Iene tra i bambini minatori

Giornata mondiale contro lo sfruttamento minorile: la dedichiamo a questi bambini minatori dell’India che lavorano per noi, per la nostra bellezza

Il 12 giugno è la giornata mondiale contro lo sfruttamento dei minori. Un tema che pare lontano dai noi, ma non lo è. Basti pensare che in Italia sono 340 mila i ragazzini con meno di 16 anni che lavorano. In tutto il mondo sono 168 milioni i bambini lavoratori: 98 milioni nel settore agricolo, 85 milioni in settori molto rischiosi. In Italia sono 28 mila quelli coinvolti in attività pericolose per la loro sicurezza. Dal 2002. quando è stata istituita questa Giornata internazionale contro lo sfruttamento dei minori, il dato è in lieve miglioramento.

Nella sola Asia e nelle regioni del Pacifico i bambini impiegati sono 78 milioni. Anche noi de Le Iene siamo andati da quelle parti, in India, per raccontarvi che cosa accade nelle miniere di mica.  

Appena torno da scuola vengo qui a raccogliere le pietre”. “Comincio alle 8 o alle 9 della mattina e torno a casa la sera”. “Tutte le mie sorelle vengono qui”. Questo è quello che i bambini minatori hanno raccontato al nostro Gaetano Pecoraro, negli Stati indiani di Jharkhand e Bihar. Questi territori sono famosi per l’estrazione della mica, un minerale quasi sconosciuto, ma che utilizziamo tutti quanti ogni giorno. 

Guarda qui sotto il messaggio del nostro Gaetano Pecoraro per la Giornata contro lo sfruttamento minorile.


La mica si può trovare mica nella maggior parte dei nostri elettrodomestici, nella vernice delle nostre auto e perfino nel dentifricio. Ma soprattutto viene usata nei cosmetici femminili, dal rossetto al fondotinta, in modo da renderli brillanti. Lo splendore di questi prodotti ha un lato oscuro che quasi tutti ignoriamo.

Estrarre la mica in Bihar e Jharkhand è illegale. Il governo ha fermato le concessioni, ma nonostante questo gli affari vanno a gonfie vele con esportazioni che superano le 125 mila tonnellate all’anno pari al 25% della produzione mondiale. I grandi gruppi mondiali infatti lavorano nelle miniere senza i permessi. Per gli abitanti è l’unica forma di guadagno, con stipendi comunque da fame, soprattutto per i bambini, impiegati anche loro in massa. In queste regioni si contano oltre 20 mila bambini sotto i 14 anni impegnati nelle miniere.

Sfoglia la gallery che racconta in foto il servizio nelle miniere dell’India.

I bambini minatori che lavorano in India per estrarre la mica

 
1 di 31


In una sola di queste miniere lavorano 50 mila persone, molti sono bambini. Trascorrono l’intera giornata a scavare a mani nude alla ricerca di pietre luccicanti. C’è chi lo fa da solo, chi in coppia e chi, troppo piccolo, sta in braccio alla sua mamma imparando inconsapevolmente il suo futuro lavoro. I minatori spesso non sanno nemmeno che quella pietra finirà nei cosmetici per far brillare gli occhi a milioni di persone. Mentre i loro sguardi spenti dalla fatica fissano, lavorando, quel terreno di fango e pietre.

Appena torno da scuola vengo qua a raccogliere le pietre”, ci ha raccontato un bambino. “Vengo qui alle 4 del mattino, poi alle 6 inizio a studiare. Alle 12 finisco la scuola, mi riposo un’ora e poi torno qui fino alle 15”. Con loro ci sono i fratelli e le sorelle. I piccoli riescono a raccogliere fino a 50 pezzi la settimana per un bottino di un paio di chili di pietre.

Anche per gli adulti non esiste sicurezza nelle miniere dove stanno per intere giornate spesso semisommersi dall’acqua. Abbiamo conosciuto Meenadevi e i suoi tre bambini. Qualche mese fa, hanno salutato il loro papà e non l’hanno più rivisto. Lui lavorava in una miniera di mica, gli è crollata addosso la terra ed è morto. Ora tocca alla giovane mamma raccogliere le pietre e venderle per crescere i suoi figli. Riesce a piazzarle a 6 centesimi di dollaro al chilo, anche se la migliore i grandi commercianti riescono a venderla poi per 700 dollari al chilo.  

Guarda qui sotto il servizio di Gaetano Pecoraro sullo sfruttamento dei bambini nelle miniere di mica.

 

Questo sito utilizza cookie tecnici, di profilazione e di marketing, anche di terze parti, per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Per saperne di più o negare il consento a tutti o alcuni cookie CLICCA QUI.
Continuando la navigazione acconsenti all'utilizzo dei cookie.