>External linkFacebookFacebook MessengerFull ScreenGoogle+InstagramLinkedInNewsmostra di piùTwitterWhatsAppClose
×

Mediaset, da sempre attenta alla protezione dei dati del suo pubblico, si adegua al nuovo regolamento europeo in materia di protezione dei dati personali, il GDPR - Regolamento Generale sulla Protezione dei Dati, in vigore dal 25 Maggio 2018.
Leggi la nuova informativa privacy Mediaset

News |

Iacopo: “Vivo con le ruote per terra, ma faccio salti altissimi”

Il ragazzo da 600 mila fan su Facebook continua, con un libro, la sua sfida, da una sedia a rotelle

“Vivo con le ruote per terra ma faccio salti altissimi”. Vi ricordate di Iacopo Melio? Il 10 febbraio abbiamo conosciuto questo ragazzo, che vive su una sedia a rotelle per colpa di una rara malattia genetica. Aveva pubblicato sulla sua pagina Facebook, che conta 600 mila fan, il commento di un suo hater: “Sei solo un povero disabile, in questa società non esisti. Stai bene coi negri”. Iacopo, fiorentino, 25 anni, ha appena pubblicato il suo primo libro: “Faccio salti altissimi”, appunto.

“L'ho scritto per condividerne un pezzo di questa mia vita stropicciata, dal parcheggio riservato che viene occupato da chi non ne ha diritto a come ti approcciano con pregiudizio nei negozi”. Dopo essersi impegnato contro le barriere architettoniche attraverso la sua onlus #Vorreiprendereiltreno e aver vinto il “Premio del Cittadino Europeo” del Parlamento di Strasburgo,Iacopo vuole battersi “per i diritti di tutti”, sempre con l'ironia e la leggerezza che lo contraddistinguono.

“Il mio non è il solito libro sulla disabilità”, ci tiene a precisare. I suoi “salti altissimi” si spingono oltre, affrontando temi come l'eutanasia, il testamento biologico, i diritti Lgbt, l'aborto (senza schierarsi a priori).

“Quando sono nato i miei genitori hanno costruito la loro vita adattandosi alla mia, se avessero saputo della mia disabilità per tempo magari oggi non sarei qui”, conclude Iacopo. “Perché certo ci vuole coraggio a togliersi la vita, ma alle volte ce ne vuole molto di più a vivere”.

Guarda qui sotto la nostra intervista a Iacopo del 10 febbraio.

L'ultima puntata

Questo sito utilizza cookie tecnici, di profilazione e di marketing, anche di terze parti, per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Per saperne di più o negare il consento a tutti o alcuni cookie CLICCA QUI.
Continuando la navigazione acconsenti all'utilizzo dei cookie.