>External linkFacebookFacebook MessengerFull ScreenGoogle+InstagramLinkedInNewsmostra di piùTwitterWhatsAppClose
×

Mediaset, da sempre attenta alla protezione dei dati del suo pubblico, si adegua al nuovo regolamento europeo in materia di protezione dei dati personali, il GDPR - Regolamento Generale sulla Protezione dei Dati, in vigore dal 25 Maggio 2018.
Leggi la nuova informativa privacy Mediaset

News |

Ilva: nube rossa su Taranto. Tutti i servizi di Nadia Toffa

Una foto su Facebook mostra le polveri del parco minerali dell’Ilva nel cielo. Noi de Le Iene, con Nadia Toffa, abbiamo seguito per anni da vicino le storie degli abitanti di Taranto, costretti a convivere con l’inquinamento prodotto dall’acciaieria

Una nube rossa copre il cielo di Taranto. Lo mostra uno scatto pubblicato su Facebook: “Taranto è Lui”. Una tromba d’aria solleva le polveri del parco minerali dell’Ilva, costringendo gli abitanti a serrarsi nelle loro case per non respirare i residui di metalli. L’immagine impressiona in una città colpita duramente dall’emergenza sanitaria legata all’inquinamento prodotto dalla più grande acciaieria d’Europa, di cui noi de Le Iene ci siamo occupati in numerosi servizi di Nadia Toffa.  

 “In questo momento il vento forte che sta soffiando sta alzando le polveri del parco minerali e le sta portando all’esterno della fabbrica”. Ha commentato su Facebook il deputato del M5s, Giovanni Vianello, che conclude: “Il mostro va chiuso”.

«È arrivato il tempo di sistemare questa faccenda e l’onere spetta a noi”, ha dichiarato il ministro dello Sviluppo Economico, Luigi Di Maio, vicepremier e capo politico del M5S. “Se siamo arrivati a dover gestire un disastro di queste proporzioni, soprattutto in termini di danni ambientali e per la salute dei cittadini, è perché le cose in passato sono state fatte in fretta e male».

La foto fa discutere, soprattutto in un momento come questo, in cui il dibattito politico si è acceso attorno alla procedura di gara per la cessione dell’Ilva, venduta per decisione del precedente governo ad ArcelorMitta, e definita da Di Maio “un pasticcio”.

Noi de Le Iene, con Nadia Toffa, abbiamo seguito da vicino nel corso degli anni le sorti degli abitanti di Taranto, costretti a convivere con le polveri e l’inquinamento prodotto dall’acciaieria. La nostra Iena, in un servizio del 26 febbraio 2017, è stata a Taranto, nel quartiere i Tamburi, tra i più colpiti, dove a fare le spese dell’inquinamento sono anche i bambini.

“Vorremmo scappare di qua e non possiamo permettercelo. Io voglio veder crescere le mie figlie, voglio vederle sposate”, ha raccontato a Nadia la mamma di una bambina colpita da un sarcoma. Lì, la nostra Iena ha incontrato anche la piccola Gabriella, che le ha raccontato come dalle finestre di casa sua, dove era costretta a rimanere perché malata di leucemia, vedeva l’Ilva. Le abbiamo chiesto: cos’è l’Ilva? “Il fumo”.

La piccola ci ha raccontato della chemioterapia, di come ha perso i capelli e degli altri bambini incontrati in ospedale. “Siamo dieci più così”: con le mani ha fatto capire che i bambini erano 18. Tra questi c’era anche Rebecca, un’amica di Gabriela, che le mancava perché “in ospedale non c'è più”. “Ha finito, ora è a casa”, ci aveva detto la piccola. Ma Rebecca a casa non ci è mai tornata. 

Guarda qui sotto tutti i servizi di Nadia Toffa sull’Ilva di Taranto.

Ilva di Taranto, i servizi di Nadia Toffa

L'ultima puntata

Questo sito utilizza cookie tecnici, di profilazione e di marketing, anche di terze parti, per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Per saperne di più o negare il consento a tutti o alcuni cookie CLICCA QUI.
Continuando la navigazione acconsenti all'utilizzo dei cookie.