>External linkFacebookFacebook MessengerFull ScreenGoogle+InstagramLinkedInNewsmostra di piùTwitterWhatsAppClose
×

Mediaset, da sempre attenta alla protezione dei dati del suo pubblico, si adegua al nuovo regolamento europeo in materia di protezione dei dati personali, il GDPR - Regolamento Generale sulla Protezione dei Dati, in vigore dal 25 Maggio 2018.
Leggi la nuova informativa privacy Mediaset

News | di MARTINELLI |

La venditrice online che ha picchiato la Iena: ancora minacce a una cliente | AUDIO

Dopo aver visto anche la nostra Alice Martinelli aggredita, ci avete scritto in tanti per segnalare le vostre esperienze con Maristella Mele

“Mi ha detto che mi avrebbe spaccato la faccia e che dovevo morire solo perché volevo indietro i miei soldi”. E' una delle tante testimonianze che ci avete mandato dopo il servizio del 28 marzo della nostra Alice Martinelli in cui abbiamo conosciuto una venditrice online, non solo truffaldina ma anche parecchio aggressiva. Qui sopra abbiamo messo in fila alcuni dei messaggi vocali che ha mandato a una delle sue tante clienti. “Vammi a denunciare, prostituta, bocch…, mignot…”, “Mongoloide spastica”. Ascoltateli, sono raccapriccianti: insulti di tutti i tipi, urla e imprecazioni.

Maristella Mele, Lucia di Rocco, Tiziana Bianchi, Luana Contini erano solo alcuni dei tanti nomi coi quali si faceva chiamare attraverso i suoi profili falsi. “L'ho contattata per alcuni regali di Natale", racconta Cinzia Barni che ci ha inviato una segnalazione dalla provincia di Pistoia dopo la messa in onda del nostro servizio. "Mi aveva proposto uno sconto del 70% su alcuni articoli come bomboniere e oggetti di arredo in quanto diceva di lavorare per un negozio”.

Come lei, centinaia di persone concludevano affari con la venditrice via Facebook e WhatsApp. Pagavano la cifra pattuita e il tempo passava, ma della loro merce non si vedeva neanche l'ombra. Allora iniziavano a sollecitarla. “Una volta mi ha chiamato a mezzanotte dicendo di essere minacciata e di avere pazienza che avrei ricevuto tutto a breve”, spiega Cinzia.

Appena le richieste si facevano più pressanti e la gente giustamente spazientita voleva indietro i soldi, la venditrice iniziava con il solito copione uguale per tutti. Raccontava di situazioni tragiche, tumori, sedute di chemioterapie, figli all'ospedale. Fino a minacciare i suoi clienti per telefono e messaggi vocali, appunto. “Ho capito che è una persona fuori di testa, ho avuto paura per me e la mia famiglia”, racconta Cinzia. “Meglio perderci i soldi che rischiare altro con una persona del genere”.

Guardate qui sotto com'è andata a finire con la nostra Alice Martinelli nel servizio andato in onda mercoledì scorso.

L'ultima puntata

Questo sito utilizza cookie tecnici, di profilazione e di marketing, anche di terze parti, per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Per saperne di più o negare il consento a tutti o alcuni cookie CLICCA QUI.
Continuando la navigazione acconsenti all'utilizzo dei cookie.