>External linkFacebookFacebook MessengerFull ScreenGoogle+InstagramLinkedInNewsmostra di piùTwitterWhatsAppClose
×

Mediaset, da sempre attenta alla protezione dei dati del suo pubblico, si adegua al nuovo regolamento europeo in materia di protezione dei dati personali, il GDPR - Regolamento Generale sulla Protezione dei Dati, in vigore dal 25 Maggio 2018.
Leggi la nuova informativa privacy Mediaset

News |

Maduro e il voto contestato: ecco il Venezuela raccontato da Le Iene

Nicolás eletto di nuovo presidente con solo il 46% dei votanti. Noi riproponiamo il nostro reportage, con la modella venezuelana Mariana Rodriguez, sulla povertà a Caracas 

Vince ancora, ma la sua elezione è stata di nuovo contestata o boicottata dall’opposizione. Ieri, domenica 22 maggio Nicolás Maduro, il delfino di Hugo Chávez, è stato eletto presidente del Venezuela: resterà in carica altri cinque anni. Il voto però non è stato riconosciuto come regolare in molti Stati latinoamericani e occidentali.

A vincere in realtà è stata soprattutto l’astensione: ha votato il 46 per cento dei venezuelani. L’unico avversario di Maduro Henri Falcón, ex chavista e candidato anche lui con un partito di ispirazione socialista, contesta il risultato come “illegittimo”. Il tutto in un Paese ridotto alla fame, con due milioni di persone fuggite all’estero, con la sanità in crisi e la produzione di petrolio, principale ricchezza del Paese, ridotta al minimo e un’inflazione viaggia verso il 14 mila per cento.

Per capire come si vive in Venezuela guardate qui in basso il reportage che avevamo trasmesso il 24 ottobre 2017.  Realizzato a Caracas con la modella e la showgirl Mariana Rodriguez, che vive in Italia da 7 anni, da Gaston Zama.

Attenzione!
La visione di questo video è vietata ai minori. Accedi per verificare i tuoi dati.Ci dispiace, la tua età non ti permette di accedere alla visione di questo contenuto.

L'ultima puntata

Questo sito utilizza cookie tecnici, di profilazione e di marketing, anche di terze parti, per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Per saperne di più o negare il consento a tutti o alcuni cookie CLICCA QUI.
Continuando la navigazione acconsenti all'utilizzo dei cookie.