>External linkFacebookFacebook MessengerFull ScreenGoogle+InstagramLinkedInNewsmostra di piùTwitterWhatsAppClose
News |

Mamma Lina: “Prego per proteggere Ismaele dalla mafia” | VIDEO

Ha conquistato tutti con la sua esuberanza da madre siciliana nel film Il Sindaco, Italian Politics for Dummies. Ecco chi è Lina, la mamma di Ismaele La Vardera, che ci racconta diversi aneddoti del figlio

“I ragazzi erano pazzi di lui e tutte le ragazze innamorate”. Magari Lina sta esagerando un po’, ma si sa che le mamme tendono a farlo. Questa donna siciliana ha conquistato tutti con la sua simpatia e il suo amore per il figlio Ismaele La Vardera, accanto al quale è comparsa nel film de Le Iene Il Sindaco, Italian Politics for Dummies. Dietro ai politici, protagonisti inconsapevoli del film, ripresi da Ismaele con una telecamera nascosta durante le elezioni comunali nel giugno 2017 a Palermo, scorre una commedia: la vita di un ragazzo e della sua ingombrante madre italiana, che vedete nell’intervista qui sopra.

“A 17 anni Ismaele già scriveva per un giornale di Villabate sempre contro la mafia e contro l’illegalità”, dice orgogliosa. Ma non è sempre stata così contenta degli interessi del figlio. “Io gli dicevo ‘non la nominare la mafia, non lo dire che la mafia è una montagna di merda. Pregavo il signore che gli facesse cambiare lavoro. Il giornalista va bene lo può fare, ma magari in un altro ambito”. Tipo? “Sui vip, o anche qualche politico, ma no la mafia!”. Oggi, dopo la denuncia fatta da Ismaele contro il boss Antonino Abbate per tentativo di voto di scambio, la sua famiglia si trova sotto protezione rafforzata. Con la sua telecamera nascosta Ismaele ha filmato Il nipote del boss Gino Abbate che gli offriva una “compravendita”: 9.000 euro per trecento voti. Momenti di “paura vera”, come racconta nell’intervista che potete vedere qui.

Ma mamma Lina, alla fine, ha sempre sostenuto il figlio. “Quando si è candidato a consigliere comunale di Villabate io andavo avanti e indietro con la macchina con la sua foto grande così”. Come è andata a finire? “È stato il primo dei non eletti. Gli è passato avanti il cugino del sindaco. Siamo tornati a casa come due cani bastonati”. Ma per Ismaele era solo l’inizio.

Ismaele, infatti arriva a Le Iene denunciando presunti brogli nella scelta degli scrutinatori da utilizzare in occasione delle elezioni europee del 2014. Dopo la messa in onda, racconta la madre, Ismaele ha ricevuto tantissimi messaggi di vicinanza “dicevano bravo Ismaele, ti vorrei come figlio!”. Ma ecco che tutta la gelosia della mamma siciliana viene fuori! Ismaele non si tocca: “Ho detto ma come? Ha già una madre e un padre non vi preoccupate!”. 

Guarda qui sotto il servizio di Matteo Viviani con Ismaele La Vardera per la prima volta a Le Iene.

dopo il nostro servizio
La Corte europea dei diritti dell’uomo ha ritenuto ammissibile il ricorso della famiglia di Riccardo Magherini, morto nel 2014 per infarto dopo un fermo dei carabinieri. Noi de Le Iene abbiamo sostenuto assieme ai familiari la raccolta fondi per il ricorso a Strasburgo dopo che la Cassazione ha assolto i tre militari che lo avrebbero picchiato

Questo sito utilizza cookie tecnici, di profilazione e di marketing, anche di terze parti, per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Per saperne di più o negare il consento a tutti o alcuni cookie CLICCA QUI.
Continuando la navigazione acconsenti all'utilizzo dei cookie.