>External linkFacebookFacebook MessengerFull ScreenGoogle+InstagramLinkedInNewsmostra di piùTwitterWhatsAppClose
News |

Milan tra squalifica e cessione. Non era meglio il nostro Dottor Li?

Squalifica di un anno dalle Coppe in arrivo e (forse) anche il passaggio di proprietà da Yonghong Li a Rocco Commisso. Noi abbiamo proposto un nostro Dottor Li in uno scherzo, che sembra quasi profetico di questo caos

Sono giorni difficili per il Milan e i milanisti. Dalla Uefa arriva la squalifica per un anno dalle Coppe europee per il mancato rispetto del Fair Play finanziario, anche se la società dichiara di aver già pronto un ricorso. In contemporanea è in corso la trattativa per la cessione del Milan stesso da parte di Yonghong Li, l’imprenditore cinese che l’ha rilevato da Silvio Berlusconi nell’aprile 2017 dopo una tormentata trattativa (nella foto sopra, la presentazione).

In testa tra i possibili acquirenti c’è Rocco Commisso, imprenditore italo-americano già proprietario della società calcistica statunitense dei New York Cosmos. Ma anche in questo caso l'affare sembra complesso tra rotture e nuove mediazioni.

Noi de Le Iene, con un servizio andato in onda il 5 marzo 2017, in pieno tormentone Yonghong Li, aveva provato a portare a termine il famoso closing della trattativa. Con uno scherzo di Stefano Corti e Alessandro Onnis che ai tifosi rossoneri sembra ora quasi sinistramente profetico.

Avevamo reclutato un finto compratore del Milan nella zona di via Paolo Sarpi, la Chinatown di Milano, e avevamo accompagnato il nostro Dottor Li al Centro sportivo di Milanello, nella sede di Casa Milan e a San Siro tra mille gag. Ma alla fine, anche in quel caso, l’avventura si era conclusa con un nulla di fatto.

Guarda qui in basso il servizio “La cinesata del closing”.

Questo sito utilizza cookie tecnici, di profilazione e di marketing, anche di terze parti, per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Per saperne di più o negare il consento a tutti o alcuni cookie CLICCA QUI.
Continuando la navigazione acconsenti all'utilizzo dei cookie.