>External linkFacebookFacebook MessengerFull ScreenGoogle+InstagramLinkedInNewsmostra di piùTwitterWhatsAppClose
×

Mediaset, da sempre attenta alla protezione dei dati del suo pubblico, si adegua al nuovo regolamento europeo in materia di protezione dei dati personali, il GDPR - Regolamento Generale sulla Protezione dei Dati, in vigore dal 25 Maggio 2018.
Leggi la nuova informativa privacy Mediaset

News | di MONTELEONE |

Morte David Rossi: sentita in procura la Iena Monteleone

"Ho dato elementi utili per le indagini tutelando l'anonimato della fonte”

La iena Antonino Monteleone è stata sentita nel processo per diffamazione dopo il servizio sulla morte di David Rossi e i festini a base di sesso nelle campagne toscane dove avrebbero partecipato magistrati, politici e sacerdoti.
“Ho dato elementi utili per le indagini. Ma è stato tutto secretato e non posso dire altro” commenta Monteleone. “Non abbiamo l'ambizione di potere avere un ruolo decisivo nell'inchiesta, ma abbiamo fornito elementi utili”. Gli stessi emersi nell’intervista esclusiva a un escort andata in onda nella puntata dello scorso 25 marzo. In quella circostanza, il nostro testimone ci aveva rilasciato dichiarazioni clamorose riconoscendo tra alcune foto che gli avevamo mostrato i partecipanti dei festini nel senese.
Antonino Monteleone precisa che ha tutelato “l'anonimato della fonte”. La Iena è stato ascoltato per oltre tre ore dal procuratore aggiunto Vittorio Ranieri Miniati e dal sostituto Cristina Camaiori.
L’inchiesta della Procura di Genova è stata aperta dopo il nostro primo servizio in cui l'ex sindaco di Siena Pierluigi Piccini aveva rilasciato dichiarazioni choc sui 'festini' ai quali avrebbero partecipato importanti personaggi della magistratura e della politica e che forse l'inchiesta sulla morte di Rossi era stata 'affossata' proprio per questo. I pm di Siena avevano sporto querela verso il sindaco e verso ignoti per diffamazione.

L'ultima puntata

Questo sito utilizza cookie tecnici, di profilazione e di marketing, anche di terze parti, per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Per saperne di più o negare il consento a tutti o alcuni cookie CLICCA QUI.
Continuando la navigazione acconsenti all'utilizzo dei cookie.