>External linkFacebookFacebook MessengerFull ScreenGoogle+InstagramLinkedInNewsmostra di piùTwitterWhatsAppClose
News | di Alessandro Barcella |

Le avvelenano sei cani: “Aiutatemi a trovare il mostro!” | VIDEO

A Cassano Irpino c’è un killer di cani che agisce da tempo. L’appello di Samantha, l’ultima vittima dello sconosciuto.

Ciccio, 8 anni. Pepita, 5 anni. Birra, 5 anni. Pryntill, 3 anni. Kira, 16 mesi. Milo, 16 mesi. Cani scodinzolanti e allegri, che ora però si trovano in un forno crematorio. A ucciderli un “mostro”, come lo chiama senza mezzi termini la loro padrona Samantha. Un mostro che per il momento non ha un volto, ma che si aggirerebbe indisturbato nel paese di Cassano Irpino. E da molto tempo, a quanto pare.

Li aveva salvati dalla strada, e aveva deciso di dar loro una casa. E tanto amore. Ma il mostro non glielo ha consentito, e pochi giorni fa ha agito, nel silenzio e nel buio di un tardo pomeriggio in una casa di campagna. Avvelenati. Sarebbe questo il responso senza alcun appello dei veterinari, che hanno esaminato i sei animali.

Era già capitato. Appena 5 anni fa. Nella stessa zona. E sempre contro uno dei cani di Samantha, un altro randagio strappato alla fame e alla morte. E in quella occasione, insieme al suo, erano morti altri 6 animali.

Ma nessuno aveva avuto il coraggio di denunciare, forse perché in un paese così piccolo il mostro può avere le sembianze del proprio vicino di casa. Nessuno tranne Samantha.

Ora la donna fa un appello accorato, perché chi ha visto o chi sa qualcosa lo venga a riferire. Perché chi subisce queste cose non stia in silenzio. E perché uccidere 6 cani indifesi è pur sempre uccidere.

E allora, se avete notizie del “mostro” di Cassano o se anche nel vostro paese sono successi questi episodi, e volete denunciare i responsabili, scriveteci alla nostra email redazioneiene@mediaset.it

dopo il nostro servizio

Ieri la notizia che la procura vuole sentire la prossima settimana Davide Vannicola, dopo le sue clamorose dichiarazioni rilasciate a Giulio Golia (l'amico maresciallo Izzo gli avrebbe confidato che Antonio Ciontoli gli avrebeb edetto che a sparare a Marco Vannini non sarebbe stato lui ma il figlio Federico). Oggi quella che è stato interrogato il brigadiere Manlio Amadori

L'ultima puntata

I SERVIZI DELL'ULTIMA PUNTATA

Questo sito utilizza cookie tecnici, di profilazione e di marketing, anche di terze parti, per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Per saperne di più o negare il consento a tutti o alcuni cookie CLICCA QUI.
Continuando la navigazione acconsenti all'utilizzo dei cookie.