>External linkFacebookFacebook MessengerFull ScreenGoogle+InstagramLinkedInNewsmostra di piùTwitterWhatsAppClose
×

Mediaset, da sempre attenta alla protezione dei dati del suo pubblico, si adegua al nuovo regolamento europeo in materia di protezione dei dati personali, il GDPR - Regolamento Generale sulla Protezione dei Dati, in vigore dal 25 Maggio 2018.
Leggi la nuova informativa privacy Mediaset

News | di RUGGERI |

Paola Catanzaro: "Disposta a tutto"

Le immagini inedite di un finto provino per Le Iene dell'ex veggente diventata showgirl, finita ieri in carcere

Paola Catanzaro è ora in carcere, nella sezione femminile di Lecce. E' accusata assieme al marito di associazione a delinquere finalizzata alla truffa, a seguito dell'operazione della Guardia di finanza "Reservoir dog", Le Iene, appunto. E' stata infatti la nostra Iena Veronica Ruggeri a raccontare come l'ex veggente diventata poi showgirl, per anni avrebbe raggirato persone in gravi difficoltà, promettendo miracoli e protezione divina in cambio di soldi.

Qua sopra, vi proponiamo le riprese inedite effettuate durante il provino di Paola Catanzaro per un servizio delle Iene. L'ex veggente era stata convocata con la proposta di partecipare a un nuovo programma tv, e solo alla fine del provino si è palesata la Iena Veronica Ruggeri.

Durante il provino l'aspirante showgirl, nome d'arte Sveva Cardinale, parla di sé in terza persona: “Sveva è una donna molto determinata, felice, solare. Una donna che non rinuncia più a nulla. La mia vera rinascita c'è stata il 13 gennaio 2014, perché per molti anni sono stata prigioniera di un corpo che non mi apparteneva”. E' andata fino in Thailandia per sottoporsi a un intervento “molto invasivo” per diventare donna. Lo ha fatto tardi, all'età di 38 anni, per diverse ragioni, come spiega nel corso del provino. Una di queste è una malattia, contratta all'età di 27 anni, che le ha “cambiato le priorità”. E per “una sorta di vocazione”, aggiunge, che come tutte le cose “poi è finita”.

All'età di 9 anni, racconta, ci fu il classico appello che avviene ogni mattina in classe: “Un giorno la maestra mi chiamò per nome e io non risposi. Più volte avevo ribadito alla maestra che mi sentivo una bambina, ma lei diceva che ero sbagliata. Lei si arrabbiò tanto, ma io in faccia le ribadii: io non sono Paolo, sono Paola. Venni derisa da tutta la classe e la maestra mi fece accompagnare fuori. Sono una donna molto libera”.

“Mi sono sposata due anni fa col mio compagno, stavamo insieme da vent'anni”, prosegue. “Voglio fare tv perché mi interessa l'esperienza, ritengo di avere delle buone opportunità di comunicazione. Sono disposta a tutto, nei limiti, è chiaro. Mi fa incazzare il pregiudizio, l'ipocrisia, il finto perbenismo. Credo in Dio, perché credo che se siamo atomi, protoni, neutroni, è perché qualcuno lo ha fatto”. Bugie? “Dico le bugie, come tutti. Bugie a buon fine, a volte sono scorciatoie verso il cielo, diceva qualcuno. Bugie che danneggiano no”.

Guarda il servizio di Veronica Ruggeri su Paola Catanzaro nato dal provino.

L’addio alle vittime, salite a 43, del crollo del Ponte Morandi dell’autostrada A10 tra applausi per Mattarella, governo e soccorritori (e fischi per i politici Pd). La società gestita dai Benetton si scusa perché percepita come distante ma non si assume la responsabilità della strage. L’esecutivo: via la concessione. Video e foto raccontano la tragedia 

Questo sito utilizza cookie tecnici, di profilazione e di marketing, anche di terze parti, per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Per saperne di più o negare il consento a tutti o alcuni cookie CLICCA QUI.
Continuando la navigazione acconsenti all'utilizzo dei cookie.