>External linkFacebookFacebook MessengerFull ScreenGoogle+InstagramLinkedInNewsmostra di piùTwitterWhatsAppClose
×

Mediaset, da sempre attenta alla protezione dei dati del suo pubblico, si adegua al nuovo regolamento europeo in materia di protezione dei dati personali, il GDPR - Regolamento Generale sulla Protezione dei Dati, in vigore dal 25 Maggio 2018.
Leggi la nuova informativa privacy Mediaset

News |

Parco del Pollino, torrente in piena travolge escursionisti: 10 morti

L’esondazione del torrente Raganello a Civita di Castrovillari (Calabria), dovuta alle forti piogge, ha travolto alcuni escursionisti, bloccandone altri sugli scogli. Continuano le operazioni di salvataggio da parte di Vigili del Fuoco e Soccorso Alpino

Sono dieci le vittime dell’ondata di piena del torrente Raganello a Civita di Castrovillari (Calabria) per ora accertate. Le persone rimaste colpite dalla piena stavano visitando l’area nel Parco nazionale del Pollino, quando le piogge abbondanti hanno causato l’ingrossamento del torrente, provocando una piena che ha travolto alcuni escursionisti, bloccandone altri sugli scogli.

Intanto, continuano i soccorsi da parte della squadra speleo alpino fluviale dei Vigili del fuoco di Cosenza e del Soccorso Alpino. Sono stati ritrovati i 3 pugliesi di 21, 22 e 23 anni che erano stati segnalati come dispersi. "Sono vivi", ha informato un'amica con un tweet. Ancora due i dispersi segnalati. Ma i numeri restano provvisori. 

Undici feriti sono stati ricoverati in ospedale, tra cui un bambino in ipotermia.

 

 

“Sono appena arrivato a Castrovillari, all’ospedale dove sono ricoverati alcuni feriti della tragica gita nel Pollino”, fa sapere con un post su Facebook il ministro dell’Ambiente, Sergio Costa. “Tra di loro ci sono anche alcuni bambini. Sono momenti di grande dolore e preoccupazione”.

 

 

Intanto, la Procura della Repubblica di Castrovillari ha aperto un fascicolo contro ignoti ipotizzando i reati di omicidio colposo, lesioni colpose, inondazione e omissione d'atti d'ufficio. “Dobbiamo verificare se le persone che si trovavano in quell'area fossero consapevoli della situazione cui andavano incontro o, viceversa, se erano all'oscuro di quello che poteva accadere", ha spiegato il procuratore Facciolla.

L’area delle Gole del Raganello è una riserva naturale protetta del Parco Nazionale del Pollino, al confine tra Calabria e Basilicata, meta di escursionisti, dove si praticano attività anche di rafting e canyoning.

 

 

Questo sito utilizza cookie tecnici, di profilazione e di marketing, anche di terze parti, per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Per saperne di più o negare il consento a tutti o alcuni cookie CLICCA QUI.
Continuando la navigazione acconsenti all'utilizzo dei cookie.