>External linkFacebookFacebook MessengerFull ScreenGoogle+InstagramLinkedInNewsmostra di piùTwitterWhatsAppClose
News | di TOFFA |

Prostituzione minorile a Bari: altri tre arresti dopo l'inchiesta de Le Iene

Tutto è partito da un primo servizio di Nadia Toffa del marzo 2017

 

Facevano sesso a pagamento con i bambini che si prostituiscono vicino allo stadio “San Nicola” di Bari. Con quest’accusa sono finiti in manette stamane tre uomini di 58, 51 e 46 anni. Gli arresti fanno parte delle indagini iniziate dopo il servizio di Nadia Toffa del 19 marzo 2017. Due mesi fa, per lo stesso motivo, due anziani baresi erano stati condannati a 6 anni. Un ristoratore di 45 anni, che avevamo incontrato, invece, è ancora in attesa di giudizio. Vi abbiamo mostrato la nostra intervista subito dopo il suo arresto, il 4 marzo scorso.   

Sui vialoni della zona dello stadio avevamo filmato uno spaventoso giro di prostituzione minorile, con bambini di 8, 9 e 12 anni pronti a fare sesso a pagamento con clienti di almeno 50 anni. Avevamo comunicato ai servizi sociali la situazione: erano intervenuti subito assieme a Vigili e Ufficio Immigrazione. Una volta sgomberato il campo rom in cui i bambini vivevano con le famiglie, ci era stato promesso che i minorenni sarebbero stati accolti in strutture adeguate.

Purtroppo pochi giorni dopo avevamo scoperto che nessuno dei ragazzi incontrati si trovava in una comunità protetta: i responsabili delle operazioni ammettevano di aver perso le loro tracce.

Le nostre ricerche a Bari e dintorni non si sono fermate. Speriamo ancora di trovare quei bambini e toglierli a chi li costringe a prostituirsi. Chiunque sappia qualcosa può scriverci a redazioneiene@mediaset.it

Guarda qui sotto i servizi di Nadia Toffa sulla prostituzione minorile a Bari.

Attenzione!
La visione di questo video è vietata ai minori. Accedi per verificare i tuoi dati.Ci dispiace, la tua età non ti permette di accedere alla visione di questo contenuto.

 

Attenzione!
La visione di questo video è vietata ai minori. Accedi per verificare i tuoi dati.Ci dispiace, la tua età non ti permette di accedere alla visione di questo contenuto.

 

Attenzione!
La visione di questo video è vietata ai minori. Accedi per verificare i tuoi dati.Ci dispiace, la tua età non ti permette di accedere alla visione di questo contenuto.
dopo il nostro servizio

Il boss della ‘ndrangheta, che in passato era già stato latitante per ben 23 anni, stava per essere estradato in Italia, dove deve scontare 30 anni di carcere. Giulio Golia era andato sulle sue tracce a Punta del Este, il paradiso discreto scelto da boss internazionali e signori della droga

Questo sito utilizza cookie tecnici, di profilazione e di marketing, anche di terze parti, per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Per saperne di più o negare il consento a tutti o alcuni cookie CLICCA QUI.
Continuando la navigazione acconsenti all'utilizzo dei cookie.