>External linkFacebookFacebook MessengerFull ScreenGoogle+InstagramLinkedInNewsmostra di piùTwitterWhatsAppClose
×

Mediaset, da sempre attenta alla protezione dei dati del suo pubblico, si adegua al nuovo regolamento europeo in materia di protezione dei dati personali, il GDPR - Regolamento Generale sulla Protezione dei Dati, in vigore dal 25 Maggio 2018.
Leggi la nuova informativa privacy Mediaset

News |

Dopo il servizio "Strafatto in California", Pupo risponde agli spettatori su Facebook

Abbiamo visto Pupo a Le Iene provare per la prima volta la marijuana nella California della legalizzazione della cannabis. Giovedì lo vedremo in un film porno a Las Vegas. Qui risponde alle vostre domande

Ieri abbiamo portato la nostra cavia famosa a provare per la prima volta la marijuana nella California della cannabis legalizzata. Oggi Pupo, come vedete nel video qui sopra (aspettate un minuto e 10'' dopo aver premuto play e parte), ha risposto alle vostre domande in diretta via Facebook fino alle 11.30 circa. Pupo, 62 anni, non aveva mai fumato nemmeno una sigaretta. La "prova" lo ha visto ridere felice, cantare e molto altro a Los Angeles (compreso l'inevitabile down e qualche problema di stomaco...). E il nostro reportage in America continua: la prossima tappa, giovedì, è quella degli Oscar del porno di Las Vegas dove vorrebbe pure cimentarsi come attore in un film hard.

"Mia mamma da ieri non mi parla più, sono servizi forti per una donna di 85 anni. Però mio nipote mi ha scritto: 'Nonno, sei un mito!'", esordisce Pupo, ridendo, in studio con l'autore del servizio Giorgio Romiti, alias Gaston Zama. Poi torna serio: "Ieri ho visto anch'io per la prima volta il tuo servizio, avete fatto una cosa molto vera, veritiera, spero aiuti a capire che, comunque non bisogna esagerare". "Tutto va fatto con moderazione, anche l'amore", dice ricordando i suoi eccessi "nel sesso e soprattutto nel gioco d'azzardo". Intanto, prevede nuovi bong? "Non avevo mai fumato, neanche una sigaretta, e non lo farò più, ma sono contento di averlo fatto".

 "A un certo punto mi sono preoccupata", scrive Paola via Facebook e il cantante, che si è comunque sentito male, insiste ancora sulla necessità di "moderazione". "Moderazione" sì, ma anche "legalizzazione": Pupo si conferma favorevole rispondendo a Lorena. Poi partono gli scherzi degli spettatori sugli eccessi di "gelato alla cannabis".

La promozione per lui ha funzionato tra chi scrive che ora comprerà tutti i suoi cd e i l'esplosione di follower sui suoi social. Ma non è per questo che l'ha fatto. "Non ho preso un centesimo e non ho bisogno di popolarità: sono venuto gratis a Los Angeles perché volevo farlo". Il cantante tiene molto a questo punto. "Rifiuto continuamene inviti ad andare in tv, reality show compresi: quelli poi non li farò mai".

E la sua dipendenza dal gioco d'azzardo nel passato? "Come hai fatto a smettere?", chiede Roberto.  "Senza ipocrisie: è stato un percorso con tante sofferenze, perché quel demone è dentro di me fin dalla nascita: l'ho dominato grazie anche all'amore delle sue donne", ricorda Pupo. Già, le donne: Pupo si divide da anni tra la compagna Patricia e la moglie Anna. Moglie che, racconta rispondendo alla domanda di Elisa, non ha preso per niente bene il servizio di ieri, proprio perché ad accudirlo mentre non stava bene c'era Patricia.

"Per il mondo dell'hard chiama anche me", scrive Diego. Cresce infatti l'attesa per giovedì 10 maggio quando vedremo Pupo alle prese appunto con un film hard durante gli Oscar del porno di Las Vegas. "Perché hai voluto provare sia con la cannabis che con il mondo del porno?". "Pura curiosità", risponde il cantante, amico anche di Rocco Siffredi.

L'invito a guardare il prossimo servizio lo fa direttamente Pupo in chiusura. "Non potete perdervi la puntata di giovedì de Le Lene, quando io cercherò di entrare per la prima volta nel fantastico, mirabolante, meraviglioso mondo del porno, facendo un provino hard".

Guardate qui sotto, intanto, il servizio "Pupo strafatto in California", andato in onda ieri giovedì 3 maggio. 



 

Questo sito utilizza cookie tecnici, di profilazione e di marketing, anche di terze parti, per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Per saperne di più o negare il consento a tutti o alcuni cookie CLICCA QUI.
Continuando la navigazione acconsenti all'utilizzo dei cookie.