>External linkFacebookFacebook MessengerFull ScreenGoogle+InstagramLinkedInNewsmostra di piùTwitterWhatsAppClose
×

Mediaset, da sempre attenta alla protezione dei dati del suo pubblico, si adegua al nuovo regolamento europeo in materia di protezione dei dati personali, il GDPR - Regolamento Generale sulla Protezione dei Dati, in vigore dal 25 Maggio 2018.
Leggi la nuova informativa privacy Mediaset

News | di ROMA |

Rimborsopoli M5S, Andrea Cecconi alla Camera: ma non doveva dimettersi?

Era stato il primo dei Cinque Stelle beccato da Le Iene nel caso delle false restituzioni di stipendio. Aveva promesso che, se eletto, avrebbe lasciato l'incarico. Lo ritroviamo alla Camera per il via alla legislatura

Ve lo ricordate? Lui è Andrea Cecconi, il primo dei Cinque Stelle beccato da Le Iene a falsificare bonifici di restituzione di parte dello stipendio. Con la sua intervista in cui negava qualsiasi irregolarità ha preso il via Rimborsopoli. Così aveva scritto su Facebook dopo che era stato smascherato da noi de Le Iene: “Ho deciso di rinunciare alla mia elezione. Il 4 marzo cederò il passo e andranno avanti gli altri candidati che trovate nel listino”.

La foto che vedete qui sotto è stata scattata ieri alla Camera dei deputati, dove oggi prende il via la XVIII Legislatura. Andrea Cecconi si trova qui nell'anticamera della sala del Mappamondo, mentre si sta registrando per ottenere il tesserino, procedura che devono fare tutti i parlamentari.

Luigi Di Maio in campagna elettorale ha difeso il M5S dicendo che i parlamentari implicati nella Rimborsopoli a Cinque stelle sarebbero stati espulsi e che avrebbero fatto un passo indietro una volta eletti. Promesse al vento? Quanti onorevoli implicati nella Rimborsopoli Cinque stelle rassegneranno le dimissioni da parlamentari come promesso? Vedere per credere.

Rimoborsopoli, i nostri servizi

L'ultima puntata

Questo sito utilizza cookie tecnici, di profilazione e di marketing, anche di terze parti, per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Per saperne di più o negare il consento a tutti o alcuni cookie CLICCA QUI.
Continuando la navigazione acconsenti all'utilizzo dei cookie.