>External linkFacebookFacebook MessengerFull ScreenGoogle+InstagramLinkedInNewsmostra di piùTwitterWhatsAppClose
News |

Un paesino senza scuola: "Conte ci aiuti" | VIDEO

A Roccaforte del Greco, in provincia di Reggio Calabria, sono state chiuse elementari e medie. I genitori degli studenti lanciano tramite Le Iene un appello al governo Conte e al ministero dell’Istruzione affinché non siano costretti a fare 100 chilometri ogni giorno

Roccaforte del Greco non ha più una scuola. Nei giorni in cui in tutta Italia è suonata la prima campanella, nel piccolo paese in provincia di Reggio Calabria è arrivata la notizia che anche l’ultimo istituto scolastico ha chiuso i battenti. I genitori dei bambini però non ci stanno e tramite Le Iene lanciano un video appello (che potete vedere qui sopra) al governo e al ministero dell'Istruzione affinché anche i loro figli possano frequentare una scuola senza dover percorrere ogni giorno chilometri di strada.

A contattarci è proprio Rosi Attinà che lo scorso anno è diventata insegnante di uno dei suoi due figli. A chiudere per prima è stata la scuola media poiché aveva solo quattro iscritti anziché i sette minimi previsti. “Io e mio marito avevamo due soluzioni: mandare nostro figlio in una scuola a 25 chilometri da casa oppure affidarci all’istruzione parentale”, ci spiega. Mamma Rosi ha scelto quest’ultima soluzione. Lei ha provveduto alle lezioni delle materie umanistiche, suo marito di quelle scientifiche. E a fine anno il loro bambino ha affrontato l’esame conclusivo in un istituto scolastico che ne ha certificato la sua preparazione. “Così facendo abbiamo sottratto tempo al nostro lavoro e abbiamo perso diritti come quello del bonus libri”, aggiunge Rosi. Un sacrificio che però non tutte le famiglie possono permettersi.

Ma ora, per gli stessi motivi, anche la scuola elementare chiude i battenti. Così il problema non è solo di Rosi, ma di tutto il paese, che conta 500 residenti. Tutti le famiglie sono state così indirizzate all’istituto scolastico più vicino: quello del comune di Melito, distante 25 chilometri. “Oltre al danno la beffa: il sindaco non può garantire neppure il trasporto gratuito da casa a scuola”, sottolinea mamma Rosi. Così i genitori saranno costretti a percorrere oltre 100 chilometri al giorno tra andata e ritorno. “Un danno economico, ma anche di socializzazione, perché i nostri figli si sentono diversi”, spiega Rosi. “In più qui siamo in montagna, la strada è dissestata e di inverno spesso nevica”. Il paesino si trova a 1000 metri sopra il livello del mare e solo un paio di anni fa le scuole sono state chiuse per dieci giorni durante l’ultima nevicata.

Questa mattina mentre gli studenti di tutta Italia entravano nelle loro classi, la dozzina di famiglie rimasta senza scuola è scesa in piazza. “Vogliamo una pluri-classe anche a Roccaforte del Greco, come esisteva fino agli anni Novanta, perché non accettiamo che i nostri figli facciano 50 chilometri ogni giorno” è l’appello unanime che mamme e papà lanciano tramite Le Iene. “A Conte e al ministero dell’Istruzione chiediamo di mettersi una mano sulla coscienza: anche i nostri bambini hanno diritto a una scuola”.

 

Questo sito utilizza cookie tecnici, di profilazione e di marketing, anche di terze parti, per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Per saperne di più o negare il consento a tutti o alcuni cookie CLICCA QUI.
Continuando la navigazione acconsenti all'utilizzo dei cookie.