>External linkFacebookFacebook MessengerFull ScreenGoogle+InstagramLinkedInNewsmostra di piùTwitterWhatsAppClose
×

Mediaset, da sempre attenta alla protezione dei dati del suo pubblico, si adegua al nuovo regolamento europeo in materia di protezione dei dati personali, il GDPR - Regolamento Generale sulla Protezione dei Dati, in vigore dal 25 Maggio 2018.
Leggi la nuova informativa privacy Mediaset

News | di VIVIANI |

Tradito dalla moglie con il prete: “Per la Chiesa non è peccato mortale”

Abbiamo contattato di nuovo Luca, che ci ha raccontato il suo dolore e un sospetto, su quella coppia scoperta letteralmente spiando dal buco della serratura

“Hanno messo tutto a tacere”: è “deluso, molto deluso” dalla sua Chiesa, ma non perde la fede in Dio, da buon pronipote della Beata Maria Bolognesi. Dopo la messa in onda del servizio di Matteo Viviani, abbiamo sentito Luca, che ha scoperto la moglie a letto con il suo sacerdote letteralmente guardando dal buco della serratura, alle due di notte nella loro tavernetta, mentre anche lui e le figlie erano in casa.

L'amante della moglie, don Franco (il nome è di fantasia), fa ancora il prete, dopo che la Curia gli ha procurato “un supporto psicologico”. Lei, dopo il divorzio, ha chiesto anche l'annullamento alla Sacra Rota (senza ottenerlo).

Luca si era sposato dopo 5 anni di fidanzamento, la sua ex moglie è l'unica donna che ha avuto in vita sua. La loro storia, da cui sono nate due bambine, era portata come esempio e aiuto dalla Curia per le coppie in crisi. Proprio il vescovo di Rovigo aveva voluto al loro fianco in quel ruolo don Franco: “Purtroppo, quello che doveva essere un pastore, si è ben presto rivelato un lupo dalla relazione affettiva facile, e non era nemmeno la prima volta che gli accadeva una cosa del genere”.

Le Iene hanno mandato in onda il servizio sette anni dopo la scoperta della relazione perché Luca ha voluto aspettare che le figlie crescessero: “Non volevo che si creassero altri problemi per loro”. In questi giorni lo hanno chiamato in tantissimi . “Mi ha fatto piacere sapere che sono tutti dalla mia parte, ma dalla Curia non mi ha ancora telefonato nessuno”, dice. Poi ci racconta di anni di battaglie perché non “non mi ha tradito solo mia moglie ma anche la Chiesa”. Si è rivolto perfino al Vaticano con tre denunce contro chi secondo lui aveva tradito il sacerdozio.

Niente da fare. “Mi hanno detto: un sacerdote fa voto di celibato, ovvero di non sposarsi. Se ha una relazione, non è un peccato mortale contro il voto: è semplicemente sesso fuori dal matrimonio. Per frati e suore è diverso, loro fanno voto di castità, non solo di celibato”.

Io sospetto pure che la mia ex stia ancora con Don Franco: l'hanno rivisto a Rovigo, con l'auto parcheggiata sotto casa di lei”, concLude Luca. Lui avrà mai una nuova storia? “Non lo so. Il dolore è troppo grande, per me il matrimonio è un sacramento”.

Guarda qui sotto il servizio di Matteo Viviani andato in onda domenica 4 marzo

Questo sito utilizza cookie tecnici, di profilazione e di marketing, anche di terze parti, per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Per saperne di più o negare il consento a tutti o alcuni cookie CLICCA QUI.
Continuando la navigazione acconsenti all'utilizzo dei cookie.