>External linkFacebookFacebook MessengerFull ScreenGoogle+InstagramLinkedInNewsmostra di piùTwitterWhatsAppClose
News | di PASCA |

Un sogno che diventa realtà: al via il primo torneo di pallanuoto per disabili

Per la Waterpolo Ability restano però le difficoltà economiche: “Cerchiamo sponsor per i biglietti aerei”

Il 18 marzo a Piacenza si terrà il torneo “Pallanuoto per Tutti”, primo evento di pallanuoto in cui parteciperanno solo formazioni con atleti disabili. Ovviamente sarà protagonista della competizione la Waterpolo Ability Lombardia, la squadra che eravamo andati a trovare qualche mese fa. Quando la nostra Iena Cristiniano Pasca aveva realizzato il servizio, la Waterpolo Ability di Varese era l'unica squadra di pallanuoto per disabili al mondo, e ovviamente non aveva formazioni con cui competere. Allora, grazie all'aiuto di due pilastri della nazionale italiana di pallanuoto, Valentino Gallo e Stefano Luongo, eravamo riusciti a formare un team di grandi campioni per fare una partita.

Dopo l'ufficializzazione del torneo “Pallanuoto per Tutti”, abbiamo parlato con Simona Pantaleone, presidente della Waterpolo Ability. “Siamo finalmente riusciti ad organizzare un torneo per i ragazzi. Ci saranno altre 4 squadre con storie molto belle. Ad esempio giocheremo con i ragazzi della piscina Octopus a Roma, che avevano già giocato un torneo negli anni 80, e che quindi hanno fatto la storia di questo movimento.” parteciperanno la Kosmo Pallanuoto Ability, squadra padrone di casa, i Delfini Blue di Palermo, formata da ragazzi con disabilità mentale, e la Polisportiva Don Calabria di Verona.

Poi ci ha raccontato cosa è successo dopo la nostra visita: “Ci sono stati cambiamenti pazzeschi dopo il vostro servizio! C'è stato l'interesse di 12 regioni (Lombardia, Veneto, Emilia Romagna, Piemonte, Toscana, Campania, Sicilia, Lazio, Puglia, Marche, Liguria, Sardegna), e l'obiettivo per la prossima stagione sportiva è di creare il campionato nazionale di pallanuoto per disabili. Siamo l'unico paese che si sta battendo per far riconoscere questo sport dal comitato paraolimpico. Non ci siamo ancora riusciti ma siamo fiduciosi.”

La Waterpolo Ability è stata anche contattata nei giorni scorsi da una squadra spagnola, con cui vorrebbero organizzare la prima amichevole internazionale di pallanuoto per disabili. Tuttavia la difficoltosa situazione economica della squadra non è cambiata, e mette a rischio la riuscita dell'evento. “Purtroppo non abbiamo i soldi per comprare i biglietti aerei a tutti i ragazzi”, ci dice Simona Pantaleone. “La condizione per riuscire a partire è trovare degli sponsor, abbiamo già scritto lettere a molte compagnie aeree per chiedere un aiuto.”

Nonostante tutto il presidente della Waterpolo Ability non si scoraggia e a giugno sarà presente a degli eventi di beneficenza a Prato e a Riccione. “Sempre più altre realtà ci dicono di venire ai loro eventi per far vedere alla gente quello che facciamo e magari per far interessare qualche ragazzo disabile che vorrebbe praticare questo sport bellissimo”

Guarda il servizio di Cristiano Pasca

Questo sito utilizza cookie tecnici, di profilazione e di marketing, anche di terze parti, per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Per saperne di più o negare il consento a tutti o alcuni cookie CLICCA QUI.
Continuando la navigazione acconsenti all'utilizzo dei cookie.