>External linkFacebookFacebook MessengerFull ScreenGoogle+InstagramLinkedInNewsmostra di piùTwitterWhatsAppClose
×

Mediaset, da sempre attenta alla protezione dei dati del suo pubblico, si adegua al nuovo regolamento europeo in materia di protezione dei dati personali, il GDPR - Regolamento Generale sulla Protezione dei Dati, in vigore dal 25 Maggio 2018.
Leggi la nuova informativa privacy Mediaset

News |

Vaccini, Zaytsev insultato sul web per aver vaccinato la figlia

Minacce contro il campione azzurro della pallavolo. Per iscriversi a scuola, intanto, ora basterà un'autocertificazione. Noi de Le Iene ci siamo occupati di “vaccini sì, vaccini no” in un servizio di Nina Palmieri

Il dibattito "vaccini sì, vaccini no" fa sempre discutere molto, soprattutto sul web, dove si scatenano commenti (talvolta feroci) tra chi è a favore e chi è contrario. L'ultimo caso del campione di pallavolo Ivan Zaytsev, che con un post su Facebook, che vedete qui sotto, si è schierato mostrando la figlia appena vaccinata. 

E anche il Meningococco è fatto! Bravissima la mia ragazza sempre sorridente!”, ha scritto il campione della nazionale, 29 anni, russo naturalizzato italiano sopra una foto con la figlia Sienna, nata a gennaio scorso. La risposta del web non si è fatta attendere tra insulti, e perfino minacce, da parte dei No Vax.

 

 

Intanto la ministra della Salute Giulia Grillo fa sapere che non sarà più necessario il certificato dell’Asl che attesti la vaccinazione per l’iscrizione a scuola dei bambini per l’anno 2018-2019, come era previsto dalla legge Lorenzin. Basterà un’autocertificazione.  Obiettivo: “alleggerire gli oneri ricadenti in capo alle famiglie senza che vengano in alcun modo compromesse le finalità positive di prevenzione che vanno riconosciute, senza alcun dubbio, alle vaccinazioni”.

Noi de Le Iene ci siamo occupati proprio del dibattito "vaccini sì, vaccini no" il 31 maggio 2011, pochi giorni dopo che l'introduzione dell'obbligo vaccinale per l'iscrizione a scuola con il decreto Lorenzin. Nina Palmieri ha intervistato Stefano Bonazzoli, un medico che proprio su Facebook si era sfogato (con toni molto accesi) contro le persone contrarie alla vaccinazione. “Ho scritto che non vaccinare i propri figli è un atto irresponsabile”, dice, anche se le espressioni usate su Fb erano parecchio più colorite. “Con chi usa un certo linguaggio bisogna usare lo stesso linguaggio, se no non capisce”.

Guarda qui sotto il servizio di Nina Palmieri su “vaccini sì, vaccini no”

Questo sito utilizza cookie tecnici, di profilazione e di marketing, anche di terze parti, per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Per saperne di più o negare il consento a tutti o alcuni cookie CLICCA QUI.
Continuando la navigazione acconsenti all'utilizzo dei cookie.