>External linkFacebookFacebook MessengerFull ScreenGoogle+InstagramLinkedInNewsmostra di piùTwitterWhatsAppClose
×

Mediaset, da sempre attenta alla protezione dei dati del suo pubblico, si adegua al nuovo regolamento europeo in materia di protezione dei dati personali, il GDPR - Regolamento Generale sulla Protezione dei Dati, in vigore dal 25 Maggio 2018.
Leggi la nuova informativa privacy Mediaset

News |

Virus Tristezza, 7,5 milioni per le arance rosse di Sicilia

Bando da 7,5 milioni di euro per combattere il virus, che in Sicilia ha colpito un tesoro italiano: le coltivazioni di arance rosse. Ve ne abbiamo parlato con Gaetano Pecoraro, che è andato dagli agricoltori i cui campi sono stati distrutti dall’epidemia

È aperto il bando per il sostegno degli investimenti per il ripristino degli agrumeti siciliani colpiti dal virus Tristezza. Si tratta dell'epidemia ha colpito le coltivazioni di arance rosse siciliane, di cui vi abbiamo parlato in un servizio di Gaetano Pecoraro del 10 ottobre 2017. “In due, tre mesi il virus ti secca la pianta”, ha raccontato un agricoltore.

Le risorse stanziate sono di 7,5 milioni di euro, che, oltre al virus Tristezza, saranno destinate ai frutteti affetti dal Colpo di fuoco batterico e dal virus Sharka.

Tristezza, come spiega nel servizio la nostra Iena, nasce nel sud-est asiatico ed è conosciuto da più di cento anni. Arriva a colpire Brasile, Argentina, Stati Uniti, per sbarcare, nel 2000, in Sicilia. Una volta che colpisce la pianta, la malattia secca l'albero nel giro di poco tempo, impedendo alla linfa di arrivare alle foglie e ai frutti.

Abbiamo incontrato Nino, Filippo, Rosario, e molti altri agricoltori che in Sicilia producono un tesoro italiano, “l’oro rosso di Sicilia”, l’arancia rossa, la cui produzione è stata fortemente colpita dall’epidemia di Tristezza. La malattia, se presa in tempo, poteva essere contrastata. Ma, come hanno spiegato gli agricoltori alla nostra Iena, il singolo contadino non riesce a combatterla da solo: “Per sradicare gli alberi ammalati ci vogliono soldi e 5 anni di lavoro senza produrre arance. Nessuno ce la fa senza un aiuto da parte dello Stato o della Regione”.

E dato che i fondi da parte dello Stato tardavano ad arrivare, Gaetano Pecoraro è andato a parlare con l’allora ministro delle Politiche ambientali e forestali, Maurizio Martina.

Guarda qui sotto il servizio di Gaetano Pecoraro sul virus Tristezza.

L'ultima puntata

Questo sito utilizza cookie tecnici, di profilazione e di marketing, anche di terze parti, per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Per saperne di più o negare il consento a tutti o alcuni cookie CLICCA QUI.
Continuando la navigazione acconsenti all'utilizzo dei cookie.