>External linkFacebookFacebook MessengerFull ScreenGoogle+InstagramLinkedInNewsmostra di piùTwitterWhatsAppClose
×

Mediaset, da sempre attenta alla protezione dei dati del suo pubblico, si adegua al nuovo regolamento europeo in materia di protezione dei dati personali, il GDPR - Regolamento Generale sulla Protezione dei Dati, in vigore dal 25 Maggio 2018.
Leggi la nuova informativa privacy Mediaset

News |

Yulin: strappati dal macello, per i cani è il momento delle adozioni | VIDEO

Davide Acito è tornato in Cina dopo il servizio de Le Iene e ci mostra come stanno oggi i cento cani salvati da macellazione certa

Ricordate i 100 cani salvati dal festival di Yulin in Cina? Entro qualche mese arriveranno in Italia per essere adottati. Sono stati salvati da Davide Acito e dai suoi volontari che li hanno strappati a una morte atroce. Se non fossero intervenuti loro, il destino li avrebbe portati dritti sulle tavole cinesi per essere mangiati. In Cina, soprattutto nel sud del paese, la carne di cane è considerata una tradizione e soprattutto una questione culturale, come da noi è normale mangiare il maiale o il coniglio. Ma tutto ciò è di una crudeltà inaudita: cani e gatti vengono presi con un punzone di ferro per il collo, bastonati per essere storditi, e poi sgozzati sulla strada.

Grazie all’intervento dei volontari di Action Project Animal tutto questo per alcuni di loro è stato evitato. Gli attivisti sono riusciti a prelevarli dai macelli e a metterli su un camion per sottrarli dal mercato cinese. Hanno poi viaggiato per oltre 20 ore, prima di raggiungere il centro di accoglienza a nord della Cina in una località che non può essere svelata. Nel territorio cinese infatti le organizzazioni straniere sono ritenute illegali e quindi non possono operare.

Nel centro di salvataggio di Davide, molti cani sono arrivati già in fin di vita, e alcuni di loro purtroppo non ce l'hanno fatta. Come Iena, che dopo le cure prestate dai veterinari si è spenta per sempre. E’ andata invece molto meglio a Freedom, che sembrava un caso disperato, tanto che stavano per fargli l'eutanasia, mentre ora scodinzola vivace.

Davide ha trascorso qualche giorno in Cina a controllare lo stato dei cani. Durante il video che potete vedere qui sopra, non viene mollato nemmeno per un secondo da un nuovo amico. “Wolf è la mia ombra. Ho il magone a pensare di dovermi staccare da lui”, ci confida Davide. “Mi sa che me lo porterò a casa…”.

Finalmente i cagnolini sono liberi di giocare nel centro. Sembra impossibile, pensando a com’erano ridotti solo pochi mesi fa. Per tutti sta per iniziare una nuova vita. Trenta di loro arriveranno in Italia e saranno pronti per l’adozione. Altrettanti invece avranno come destinazione la Germania grazie all’impegno di Animal Hope and Wellness. “Stiamo preparando i documenti per ogni cane, ciascuno di loro avrà un libretto”, spiega Davide. “Tutti hanno il microchip e li stiamo sottoponendo ai vaccini”. La serie di punture si completerà entro quattro mesi e già nelle prime settimane del 2019 i cani saranno disponibili per le adozioni.

Dopo il servizio di Giulia Innocenzi, l’associazione di Davide è stata inondata da richieste e donazioni. Ma c'è ancora bisogno di aiuto. Basti pensare che solo per il viaggio per ogni cane serveranno più di duemila euro.

Chiunque può dare una mano a Davide Acito per mantenere il suo bellissimo centro di salvataggio oppure per offrire il proprio divano a uno di questi cagnolini. Chi è interessato può andare sul sito www.actionprojectanimal.org. Solo così si può salvare la vita a un cane e contribuire a mettere fine alla loro mattanza in Cina.

 

Guarda qui sotto il servizio completo di Giulia Innocenzi sul festival di Yulin

Attenzione!
La visione di questo video è vietata ai minori. Accedi per verificare i tuoi dati.Ci dispiace, la tua età non ti permette di accedere alla visione di questo contenuto.
Dopo il servizio sul reparto macelleria, Giulio Golia racconta che il cibo scaduto viene riconfezionato con una nuova data di scadenza in tutti i reparti di molti supermercati: frutta e verdura, pescheria, pasticceria, gastronomia... I prodotti vengono riusati in ogni modo, alla faccia della salute di chi compra

L'ultima puntata

Questo sito utilizza cookie tecnici, di profilazione e di marketing, anche di terze parti, per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Per saperne di più o negare il consento a tutti o alcuni cookie CLICCA QUI.
Continuando la navigazione acconsenti all'utilizzo dei cookie.