>External linkFacebookFacebook MessengerFull ScreenGoogle+InstagramLinkedInNewsmostra di piùTwitterWhatsAppClose
News |

Amadeus al Festival di Sanremo: abbiamo corteggiato la moglie (e lui!) | VIDEO

Amadeus condurrà la 70esima edizione del Festival di Sanremo dal 4 all’8 febbraio 2020. Noi de Le Iene abbiamo messo alla prova la sua gelosia con uno scherzo assieme alla moglie Giovanna. La sorpresa finale è tutta sua

Amadeus sarà il conduttore e direttore artistico della 70esima edizione Festival di Sanremo dal 4 all’8 febbraio 2020. Noi de Le Iene abbiamo fatto uno scherzo crudele al presentatore. Con la complicità di sua moglie Giovanna lo abbiamo fatto impazzire di gelosia per dieci giorni con colpo di scena finale, come potete vedere nel servizio qui sopra.

Tutto è partito da una frase di lei: “Sai che sono andata a comprare l’acqua e un tizio voleva aiutarmi per forza a portare le casse in macchina”. Lui inizia a fare domande su questo signore: “Va bene, ma la prossima volta ti accompagno io a prendere l’acqua”. Detto, fatto. All’indomani il conduttore scorta la moglie al supermercato e trova solo un fan che apparentemente sembra sincero e li avvicina per una foto ricordo.

Dopo qualche giorno la moglie torna sul discorso con una novità: “All’edicola ho incontrato di nuovo questo tizio che voleva offrirmi un caffè”. Amadeus inizia a innervosirsi: “Questo ha rotto le palle. Se lo incontro io non lo faccio ridere. Alla prima sono gentile, alla seconda divento stronzo”.

Passano i giorni e non si hanno più notizie del misterioso spasimante fino a che un fiorista non si materializza a casa di Amadeus con un mazzo di rose rosse. Il presentatore si fionda sul bigliettino indirizzato alla moglie: “A una donna che merita il massimo”, c’è scritto senza alcuna firma. Giovanna si interroga su chi sia il mittente, ma il marito si spazientisce: “Qui stiamo esagerando. Questo è un pazzo, la prossima volta che lo vedi invitalo per un caffè e mi presento io”: Amadeus non può immaginare che in trappola ci finirà proprio lui.

Il giorno dopo Giovanna si presenta dal marito addirittura con una macchina nuova: “Amore, non ho parole. Me la sono trovata sotto casa con un fiocco rosso sopra. Sono terrorizzata e c’è pure un videomessaggio”. Lo mostra ad Amadeus: “Questa macchina è un omaggio alla tua bellezza”. Amadeus si mette sulle tracce dell'uomo. Arrivato a destinazione, lo riconosce scende dalla macchina e gli consegna le chiavi: “Non so cosa farmene di questa, è pregato di non rompere i coglioni. Lo sai che la signora è sposata? Guardala, ecco dimenticatela”.

Il conduttore pensa che tutto sia finito. Quando il malcapitato riesce a parlare, gli racconta: “Non posso riprendermi la macchina, non è un mio regalo. Io l’ho solo consegnata. È da parte del titolare”. Amadeus viene accompagnato dal numero uno della concessionaria dove lo attende la sorpresa finale. “Noi ci siamo già visti”, dice Amadeus appena lo vede. “Certo, ci siamo conosciuti qualche giorno fa al supermercato. Le ho chiesto una foto, ma da parte mia non c’è alcun interesse per la signora. I regali servivano per farti venire qua: mi piaci!”, gli dice prendendolo per mano. Amadeus scoppia a ridere e inizia una supercazzola per declinare la dichiarazione d’amore. 

Viene interrotto dall’arrivo di Giovanna che gli svela che è tutto uno scherzo de Le Iene! Ora che Amadeus sarà impegnato a Sanremo per il Festival, come farà a stare lontano dalla sua dolce metà e soprattutto a tenere a bada la gelosia?

Torniamo sul caso furbetti della raccolta dei rifiuti di Roma sollevato dall’inchiesta di Filippo Roma e Marco Occhipinti. Lo facciamo perché la sindaca Virginia Raggi continua a dare versioni diverse, sia sull’utilità della nostra segnalazione sia sulla commissione di controllo di Ama che avrebbe dovuto vigilare sugli operatori della raccolta. E crediamo che adesso la capitale meriti risposte definitive

L'ultima puntata

Questo sito utilizza cookie tecnici, di profilazione e di marketing, anche di terze parti, per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Per saperne di più o negare il consento a tutti o alcuni cookie CLICCA QUI.
Continuando la navigazione acconsenti all'utilizzo dei cookie.