>External linkFacebookFacebook MessengerFull ScreenGoogle+InstagramLinkedInNewsmostra di piùTwitterWhatsAppClose
News | di Alessandro Barcella |

Papà solo con 4 figli: "Grazie Iene, finalmente un lavoro per crescere la mia famiglia"

Marco, 42enne con 4 figli piccoli a carico, aveva rivolto un appello a Le Iene per un aiuto concreto: il video è diventato virale, e dopo le testimonianze d'affetto è arrivato anche un lavoro stabile  

Marco ha vinto la sua battaglia, e ora può pensare con più serenità al futuro della sua numerosa famiglia. Ma prima, vuole ringraziare tutti voi, attraverso un nuovo video che potete vedere qui sopra.

Vi ricordate l’appello disperato di questo papà piemontese di quattro bambini (che potete rivedere sotto), che chiedeva solo di trovare un lavoro stabile che gli consentisse di affrontare le mille spese di un genitore e anche i problemi di salute della piccola Emma? Marco era rimasto solo con i suoi 4 figli, a gestire un impegno tanto gratificante quanto duro. E ora grazie al vostro grande cuore quel lavoro tanto sognato è arrivato!

“L’appello che avete pubblicato sul vostro sito e sulle vostre pagine social ha fatto davvero il giro del web – ci spiega Marco cercando di contenere l’entusiasmo – e subito dopo tantissime testate non solo locali hanno scritto articoli sulla nostra storia. Da quell’appello ho ricevuto decine e decine di proposte di colloquio e alla fine il proprietario dell’azienda per cui avevo lavorato, mi ha offerto un contratto a tempo indeterminato”.  

Marco, 42 anni e una lunga esperienza come funzionario commerciale, aveva un contratto in scadenza e tanti problemi a cui pensare. La sfortuna sembrava infatti essersi accanita con la sua bella famiglia, perché suo padre sta affrontando un brutto cancro e la sorella è rimasta da poco vedova. E non bastasse già questo Emma, la secondogenita (la chiameremo con questo nome di fantasia) stava per essere sottoposta a un delicato intervento al cuore. “L’operazione è andata bene – ci conferma questo giovane e agguerrito papà – e ora posso finalmente pensare a dedicarmi anima e corpo al lavoro”.

“Oggi posso orgogliosamente dire che il peggio è passato – ha scritto subito dopo aver firmato il nuovo contratto di lavoro a tempo indeterminato - Non sarà facile rialzarsi.... eravamo in ginocchio... ma torneremo a correre. Non possiamo resuscitare i morti, nemmeno guarire i malati, ma prenderci cura dei vivi sì. Ed è questo che fa un padre. Ed è questo che fa un uomo”.

Proprio così. Complimenti Marco, e naturalmente grazie al cuore immenso degli amici de Le Iene.  

Guarda qui sotto il primo appello di papà Marco a Le Iene

Questo sito utilizza cookie tecnici, di profilazione e di marketing, anche di terze parti, per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Per saperne di più o negare il consento a tutti o alcuni cookie CLICCA QUI.
Continuando la navigazione acconsenti all'utilizzo dei cookie.