>External linkFacebookFacebook MessengerFull ScreenGoogle+InstagramLinkedInNewsmostra di piùTwitterWhatsAppClose
News |

Sedotti dai guadagni e poi rovinati da un'azienda fantasma? | VIDEO

Decine di imprenditori alimentari sarebbero caduti nella truffa di un’azienda casertana, che prometteva di vendere a clienti prestigiosi la merce dei piccoli fornitori. Ma i soldi non arrivano e l’azienda spariva come un fantasma. Andrea Agresti è andato a indagare in versione ghostbuster

C’è un’azienda che ha regalato un sogno a decine di piccoli imprenditori alimentari. Partiva chiedendo loro di entrare in affari. E quando te lo chiede un’azienda che dice di avere 160 milioni di euro di fatturato annuo e che promette di vendere i tuoi prodotti a navi da crociera, hotel di lusso e linee aeree prestigiose l’unica cosa che puoi fare è ringraziare la buona sorte.

Quando poi l’azienda non pagava però le fatture della merce acquistata, quel sogno è diventato un incubo fatto di debiti e rabbia.

Oltre il danno c’è pure la beffa. Se i truffati provavano a lamentarsi, secondo quanto raccontano alla Iena, venivano sommersi da mail minacciose e di insulti sui social network.

Andrea Agresti ha visitato tutte le sedi italiane dell’azienda: citofono dopo citofono, ha trovato solo case abbandonate, capannoni e prati. Insomma, dell’azienda nemmeno l’ombra, come se fosse un fantasma. Non si perde d’animo e dopo numerosi tentativi riesce a trovare il numero di telefono dell’amministratore delegato. Questa volta all’altro capo del cellulare non trova un fantasma ma un uomo in carne e ossa che però non sembra molto collaborativo. Dopo aver accampato mille scuse, tra cui un ricovero in ospedale per un tumore, minaccia pure Agresti.

Questo sito utilizza cookie tecnici, di profilazione e di marketing, anche di terze parti, per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Per saperne di più o negare il consento a tutti o alcuni cookie CLICCA QUI.
Continuando la navigazione acconsenti all'utilizzo dei cookie.