>External linkFacebookFacebook MessengerFull ScreenGoogle+InstagramLinkedInNewsmostra di piùTwitterWhatsAppClose
News |

Bruno Barbieri, lo scherzo de Le Iene nell'hotel da incubo tra orge, gatti morti e cocaina | VIDEO

Dopo MasterChef Bruno Barbieri si è dedicato alle recensioni dei migliori alberghi d’Italia, questa volta però si trova alle prese con un hotel davvero da incubo. Non perdetevi lo scherzo de Le Iene di Nicolò De Devitiis allo chef stellato

Che cosa ci fa Bruno Barbieri tra orge, gatti morti e cocaina? Dopo aver fatto il giudice di MasterChef, lo chef stellato si sta dedicando alle recensioni dei migliori alberghi d’Italia. Questa volta è alle prese con una situazione davvero paradossale. Si è ritrovato davvero in un hotel da incubo?

“Mamma mia c’è una puzza!”. Inizia così il suo soggiorno nell’albergo con un bel gatto morto sul davanzale della stanza. Un piccolo omaggio per augurargli una permanenza che si rivelerà presto da dimenticare. Dopo il gatto morto si passa al water sporco fino alla presenza di scagnozzi in giro per i corridoi dell’hotel. Per completare il quadretto da incubo si imbatte in una vera e propria orgia. “Stanno trombando una credo in sette o otto”, dice preoccupato al telefono Barbieri.

“Ho paura che succeda qualcosa, accoltellamenti, spari. Qui sono tutti drogati”. Come finirà la notte da incubo dello chef pluristellato? 

Una nostra fonte interna alla Corte costituzionale ci ha riferito che il presidente della Repubblica avrebbe telefonato al presidente della Corte Costituzionale, chiamata a pronunciarsi il 24 settembre sul suicidio assistito. Abbiamo cercato fin dalla mattina di avere la versione del Quirinale, che ha smentito solo nel tardo pomeriggio. E solo una volta uscito l’articolo. Mentre la nostra fonte conferma tutto  

Questo sito utilizza cookie tecnici, di profilazione e di marketing, anche di terze parti, per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Per saperne di più o negare il consento a tutti o alcuni cookie CLICCA QUI.
Continuando la navigazione acconsenti all'utilizzo dei cookie.