>External linkFacebookFacebook MessengerFull ScreenGoogle+InstagramLinkedInNewsmostra di piùTwitterWhatsAppClose
News |

Bud Spencer, tre anni dalla scomparsa: "Vale la pena di morire per scoprire cosa succede dall'altra parte" | VIDEO

A poco più di tre anni dalla scomparsa del celebre attore Bud Spencer, pseudonimo di Carlo Pedersoli, vi riproponiamo la nostra ultima intervista con lui fatta nel 2010. E le avevamo pure prese!

“Ho quasi 81 anni ma di cervello 28” aveva esordito divertito Carlo Pedersoli. Lo avevamo incontrato nel 2010 in occasione del suo ritorno in tv: “Forse qualcuno si era dimenticato di me, ora torno in tv con la fiction I delitti del cuoco, e io sono il cuoco, finalmente”.

Raccontandoci della sua carriera ci aveva rivelato: “Abbiamo estratto dal muto la gestualità della comicità”. E aveva aggiunto: “ho fatto oltre 110 film, di cui 16 in coppia con Terence Hill”. E riferendosi all’amico che nella vita di tutti i giorni chiama Mario, ci aveva detto: “Siamo l’unica coppia al mondo che non ha mai litigato. Ci sentiamo spesso. L’ultima volta che ci siamo sentiti era Pasqua: mi ha detto che voleva venire a mangiare gli spaghetti a casa mia perché lui lo tengono a stecchetto”.

La differenza tra i due ce l’aveva subito spiegata: “Lui è un attore e io sono un personaggio. Io sono diventato vecchio, lui è ancora in piena forma”.

Cosa ne pensava allora della morte? “Vale la pena di morire per scoprire cosa succede dall’altra parte”. Poi ripensando alle famose scene dei loro film, gli avevamo chiesto se nella vita reale avesse mai fatto davvero una rissa: “Due o tre volte, ma è andata male per gli altri”, ci aveva risposto.

E anche a Le Iene era andata male... Avevamo provato a sfidarlo e le avevamo prese!

Torniamo sul caso furbetti della raccolta dei rifiuti di Roma sollevato dall’inchiesta di Filippo Roma e Marco Occhipinti. Lo facciamo perché la sindaca Virginia Raggi continua a dare versioni diverse, sia sull’utilità della nostra segnalazione sia sulla commissione di controllo di Ama che avrebbe dovuto vigilare sugli operatori della raccolta. E crediamo che adesso la capitale meriti risposte definitive

L'ultima puntata

Questo sito utilizza cookie tecnici, di profilazione e di marketing, anche di terze parti, per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Per saperne di più o negare il consento a tutti o alcuni cookie CLICCA QUI.
Continuando la navigazione acconsenti all'utilizzo dei cookie.