>External linkFacebookFacebook MessengerFull ScreenGoogle+InstagramLinkedInNewsmostra di piùTwitterWhatsAppClose
News |

Corteo No Tav, Torino-Lione: 26 miliardi per un'ora in meno | VIDEO

La manifestazione No Tav in Val di Susa. E una domanda: questa linea ferroviaria ad velocità serve davvero? E a cosa? Lo avevamo chiesto a un membro della commissione tecnica Torino-Lione

"A differenza di tanti, il movimento No Tav mantiene sempre le sue promesse”, recita, in polemica con il Movimento 5 Stelle, Notav.info, il sito di riferimento di chi si oppone all’alta velocità in Val di Susa dopo la  manifestazione contro il via libera del premier Giuseppe Conte alla Torino-Lione.

"Avevamo detto che avremmo portato più gente possibile al cantiere, per far vedere a tutti da vicino contro cosa lottiamo e lo abbiamo fatto. Il 'come' abbiamo raggiunto il cantiere, che fa tanto notizia, è lo stesso in cui lo abbiamo fatto molte altre volte".

La marcia dei No Tav, partita nonostante i nubifragi, ha registrato una cinquantina di denunciati per gli scontri con le forze dell'ordine scoppiati quando i manifestanti hanno cercato, riuscendovi in parte, di raggiungere la “zona rossa” del cantiere della Torino-Lione (ancora fermo).

Forti polemiche con l’M5S, schierato da sempre contro l’alta velocità Tornio-Lione. Luigi Di Maio ha preso le distanze dal premier e annunciato una mozione contro il sì alla Tav. L’accusa dei manifestanti è quella di non aver fatto abbastanza per opporsi essendo i 5 Stelle comunque al governo.

Per molti resta aperta la domanda: ma la Tav serve davvero? La diatriba dura da più di 25 anni. Dino Giarrusso nel 2017, è andato in Val di Susa, dove l’ostilità di molti abitanti, fieramente contrari al progetto, era evidente, come potete vedere dal servizio qui sopra.

“È una follia”, ci ha detto Luca Giunti, membro della commissione tecnica Torino-Lione. “A oggi sono stati spesi circa 800 milioni di euro di soldi pubblici e a fronte di questa spesa non è stato scavato ancora nulla”. La cosa che non tutti sanno è che una linea ad alta velocità tra Italia e Francia esiste di già. “Esiste una ferrovia che va da Milano a Parigi ad alta velocità”, ci ha spiegato il tecnico. Si tratta di una linea che per ora rallenta nella tratta Torino-Lione: “Un treno per fare Torino – Lione ci mette più o meno tre ore. Con la nuova linea impiegherebbe due ore e dieci, due ore e un quarto”.

Si stanno spendendo 26 miliardi di euro per risparmiare un’ora? “Sì”, ci ha risposto deciso. Molti sostenitori di quest’opera dicono però che è giustificata dal traffico merci: “Questa è una leggenda perché in futuro nemmeno lontanamente si potranno raggiungere i volumi di traffico che serviranno a giustificare il costo di quest’opera”.

 

Questo sito utilizza cookie tecnici, di profilazione e di marketing, anche di terze parti, per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Per saperne di più o negare il consento a tutti o alcuni cookie CLICCA QUI.
Continuando la navigazione acconsenti all'utilizzo dei cookie.