>External linkFacebookFacebook MessengerFull ScreenGoogle+InstagramLinkedInNewsmostra di piùTwitterWhatsAppClose
News |

Zaniolo, De Devitiis: “Dispiaciuti per le reazioni, ma siamo Le Iene” | VIDEO

Dopo gli striscioni contro la nostra trasmissione e le minacce alla Iena, Nicolò De Devitiis rende onore a Zaniolo: "Si è dimostrato un grande campione, anche fuori dal campo”

Non si placano le polemiche, provenienti soprattutto dalla tifoseria giallo-rossa, dopo il servizio di Nicolò De Devitiis al nuovo asso della Roma e probabile erede di Francesco Totti, Nicolò Zaniolo (che potete vedere alla fine di questo articolo).

Polemiche a cui ha deciso di rispondere direttamente la Iena autore del servizio, nel breve videomessaggio che vedete sopra.

Mi dispiace che il servizio vi abbia fatto arrabbiare, soprattutto perché sono romano e romanista – ha spiegato Nicolò - ma siamo Le Iene, ragazzi! Da sempre facciamo domande del cazzo, con ironia. Zaniolo comunque ha dimostrato di essere un campione anche fuori dal campo, anche in televisione, e ha risposto alla mia insistenza da grande campione”.

E le polemiche sono arrivate a livelli davvero eccessivi. Sì perché i tifosi della Roma, che forse non avevano preso con la giusta ironia il servizio con cui Le iene andavano da Zaniolo e dalla sua mamma “influencer”, avevano anche esposto uno striscione a Campo Testaccio, ex stadio giallorosso. “Fate tanta moralità ma il rispetto dove sta? Più che Iena, sciacallo”. E altri, sull’onda di quella indignazione, si erano lasciati andare sui social a messaggi violenti e addirittura a minacce di morte (come potete leggere nella gallery qui sotto).

Zaniolo: minacciata La Iena De Devitiis. Tutte le foto

 
1 di 10

A Nicolò De Devitiis infatti, che era stato costretto a chiudere il suo account Instagram, erano arrivati messaggi di questo tipo: “Uomo di merda, non ti far vedere a Roma”, “Tanto ti prendono, era meglio che non lo facevi quel servizio”. E ancora: “Ti meriti di essere insultato. Idiota, te la sei scavata da solo la fossa”. E c’è stato anche chi si è spinto ancora oltre, minacciando i suoi familiari: “Spero che la curva sud te faccia un bel servizio a tu madre” e “Dovremmo anna tutti a rompe er cazzo a tu madre mò”.

Nel frattempo però, mentre i tifosi insultavano, la stessa mamma di Nicolò Zaniolo Francesca Costa, e protagonista del nostro servizio, definiva il nostro lavoro “un’intervista che è satirica e un po’ pungente”. Pace fatta?

 

Guarda qui sotto il servizio completo di Nicolò De Devitiis

 

Questo sito utilizza cookie tecnici, di profilazione e di marketing, anche di terze parti, per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Per saperne di più o negare il consento a tutti o alcuni cookie CLICCA QUI.
Continuando la navigazione acconsenti all'utilizzo dei cookie.